le notizie che fanno testo, dal 2010

De Vincenti: stop fornitura gas a Italia da Ucraina? C'è piano d'emergenza

Se la Russia deciderà di chiudere i rubinetti di Gazprom, l'Italia rischia di veder interrotta quella fornitura di gas che arriva dall'Ucraina. Il viceministro allo Sviluppo Economico Claudio De Vincenti assicura che "al momento non ci sono preoccupazioni di questo tipo" ma che in caso l'Italia ha un "piano di emergenza".

La fornitura di gas all'Italia attraverso l'Ucraina è e sarà regolare, anche se la Russia deciderà di chiudere i rubinetti di Gazprom. Ad assicurarlo è il viceministro allo Sviluppo Economico Claudio De Vincenti, a margine del Consiglio dei ministri dell'energia della UE. "Abbiamo già verificato che non ci sono state interruzioni delle furniture del gas all'Italia attraverso l'Ucraina" precisa Claudio De Vincenti, aggiungendo: "In ogni caso il livello di stoccaggio del gas in Italia è più che sufficiente a dare sicurezza al sistema, anche se ci fossero eventuali interruzioni delle forniture". Il viceministro allo Sviluppo Economico chiarisce però che "al momento non ci sono preoccupazioni di questo tipo", rivelando che l'Italia ha un "piano di emergenza", se le forniture di gas dovessero interrompersi. "Abbiamo il comitato di emergenza gas, che gestì molto bene la crisi del grande freddo del febbraio 2012, che ha una serie di misure pronte da attuare, sia irrobustendo le importazioni da altri paesi, sia nella gestione degli stoccaggi. - spiega De Vincenti - Abbiamo insomma una serie di misure di sicurezza sulla gestione del sistema del gas".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# crisi# energia# gas# importazioni# Italia# Russia# Ucraina# UE