le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Skripal, Putin: estremamente preoccupato per l'attacco di Londra

Vladimir Putin esprime "un'estrema preoccupazione per la posizione distruttiva e provocatoria del Regno Unito" sul caso Skripal. Finora Londra non ha inviato campioni del gas nervino nemmeno Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.

Non si è fatta attendere la risposta della Russia dopo che il premier britannico Theresa May ha annunciato l'espulsione di 23 diplomatici russi per il caso dell'ex spia del KGB Serghei Skripal, avvelenato pochi giorni a Salisbury assieme alla figlia con gas nervino.
La Bbc riferisce che il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov è infatti in procinto di espellere altrettanti diplomatici britannici.

Maria Zakharova, portavoce di Lavrov, parla invece di "accuse folli da parte di Theresa May" e di una "campagna antirussa isterica", promettendo che Mosca reagirà comunque entro i "canali previsti dall'ONU". Maria Zakharova sottolinea inoltre che la May, comportandosi in questo modo, vuole solo "atteggiarsi a leader forte" per far dimenticare ai britannici i problemi legati alla Brexit.

Theresa May incassa comunque la solidarietà di Stati Uniti, Francia e Germania, che denunciano in una nota congiunta come l'avvelenamento di Skripal sia "una violazione della sovranità britannica da parte della Russia" nonché "il primo uso offensivo di un agente chimico in Europa dalla Seconda Guerra Mondiale".
Washington, Parigi e Berlino condividono infatti con Londra l'idea che il gas nervino utilizzato sarebbe "di un tipo sviluppato dalla Russia".
Skripal sarebbe stato avvelenato con il Novichok, prodotto in Unione Sovietica tra il 1970 e il 1980, ritenuto tra i più letali gas nervini mai realizzati.

La Gran Bretagna però si è finora rifiutata di inviare campioni della sostanza chimica incriminata sia alle autorità russe competenti sia all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.
Ecco perché Vladimir Putin, davanti al Consiglio di Sicurezza della Russia, ha espresso "un'estrema preoccupazione per la posizione distruttiva e provocatoria del Regno Unito", come riferisce il portavoce del presidente Dmitry Peskov.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/03/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Caso Skripal, Putin: estremamente preoccupato per l'attacco di Londra
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI