le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: chiede riscatto per un iPhone e viene beccato con monete false

"I Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina hanno arrestato un cittadino nigeriano di 31 anni con le accuse di tentata estorsione, falsità materiale commessa da privato, spendita e introduzione nello stato di monete falsificate e falsa attestazione a pubblico ufficiale sulla propria identità", pubblicano in un comunicato dalla Benemerita.

"I Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina hanno arrestato un cittadino nigeriano di 31 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con numerosi precedenti, con le accuse di tentata estorsione, falsità materiale commessa da privato, spendita e introduzione nello stato di monete falsificate e falsa attestazione a pubblico ufficiale sulla propria identità" divulga in un comunicato l'Arma.
"L'uomo era riuscito a contattare telefonicamente una donna romana di 40 anni, che pochi giorni prima aveva denunciato ai Carabinieri il furto del proprio iPhone, richiedendo un 'riscatto' di 150 uro per la restituzione. D'accordo con i militari, la donna ha concordato un appuntamento con lo straniero in via di Torrenova: quando il nigeriano si è presentato per effettuare lo scambio, i Carabinieri sono intervenuti e lo hanno arrestato. Durante la perquisizione, oltre al telefono cellulare rubato, i militari lo hanno trovato in possesso di 450 euro in banconote contraffatte e di una carta di identità, contenente generalità completamente diverse dalle sue e inesistenti alla Banca Dati, risultata contraffatta" rivela in conclusione della nota la Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: