le notizie che fanno testo, dal 2010

Milano: ladri sorpresi dai proprietari mentre rincasano, due arresti

"Gli abitanti della zona hanno assistito alla cattura di due ladri che avevano svaligiato, poco prima, un appartamento nella vicina Via Ponte Seveso. Ad attivare l'intervento dei Carabinieri della Stazione Milano Porta Garibaldi, sono state le grida di una donna che insieme al marito inseguiva due giovani", viene annunciato in un comunicato dai Carabinieri.

"Ieri sera verso le 20,00 gli abitanti della zona hanno assistito alla cattura di due ladri che avevano svaligiato, poco prima, un appartamento nella vicina Via Ponte Seveso. Ad attivare il solerte intervento dei Carabinieri della Stazione Milano Porta Garibaldi, sono state le grida di una donna che insieme al marito inseguiva due giovani" segnala in un comunicato l'Arma.
"Le urla della signora ed il trambusto in strada hanno destato l'attenzione dei militari che erano appena rientrati in caserma e che non hanno indugiato ad uscire nuovamente, bloccando i fuggitivi e prestando assistenza e soccorso alla coppia di coniugi inseguitori. Immediatamente, è apparso chiaro che la donna e suo marito erano stati vittima di un furto avvenuto presso la loro abitazione; le vittime avevano scoperto i malfattori mentre uscivano dallo stabile con i loro effetti e li avevano rincorsi gridando a squarciagola, per attirare l'attenzione della gente" prosegue la Benemerita.
"In effetti - annotano inoltre i militi -, dai balconi delle case vicine e dai locali presenti lungo il percorso, numerose persone si sono affacciate ed hanno seguito con interesse la scena; più di un cittadino si è messo in contatto con la Centrale Operativa, segnalando la circostanza, plaudendo e ringraziando i Carabinieri che, sotto i loro occhi, avevano fermato i ladri."
"Una volta riportata la situazione alla calma - si divulga infine -, tutti i protagonisti dell'episodio sono stati accompagnati in caserma dove i due responsabili sono stati identificati in due noti pregiudicati tunisini di 45 e 31 anni, che sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. All'atto del fermo avevano ancora addosso i portafogli delle vittime, originari de Il Salvador ed entrambi 30enni, con all'interno i documenti, denaro contante nonché oggetti preziosi in oro ed argento, un personal computer ed un lettore dvd. La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto che hanno ringraziato i militari per la tempestività dell'intervento, la professionalità e la sensibilità con la quale hanno operato. L'intervento è stato possibile grazie al sensibile aumento dei servizi di controllo del territorio il cui potenziamento in questo periodo estivo ha lo scopo di incrementare l'azione di contrasto contro i crimini predatori ed elevare la percezione di sicurezza nella cittadinanza."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: