le notizie che fanno testo, dal 2010

Giovinazzo (Ba): ruba in un'agenzia viaggi, arrestato un 41enne

"Era riuscito ad entrare e a portarsi via 400 euro, ma è stato scoperto ed è finito agli arresti domiciliari. Recuperata la refurtiva. È accaduto l'altra notte a Giovinazzo, dove i Carabinieri hanno arrestato un 41enne di Molfetta, accusato di furto aggravato", viene esposto in un comunicato i Carabinieri.

"Era riuscito ad entrare e a portarsi via 400 euro, ma è stato scoperto ed è finito agli arresti domiciliari. Recuperata la refurtiva. È accaduto l'altra notte a Giovinazzo, dove i Carabinieri hanno arrestato un 41enne di Molfetta, accusato di furto aggravato" spiega in un comunicato l'Arma.
La Benemerita specifica in aggiunta: "In piena notte, dopo aver preso di mira l'agenzia viaggi di via Toselli, ha prima scardinato la saracinesca e poi ha infranto la vetrata d'ingresso, avendo così il via libera. Qui, ha setacciato in tutta fretta i cassetti delle scrivanie, scaraventandoli per terra, sino a trovare un cofanetto in cui erano custoditi i soldi. Arraffato il malloppo, non ha perso tempo e si è dato alla fuga."
"Lo stridore provocato dalla saracinesca scassinata e il fracasso causato dalla rottura dei vetri e dai cassetti gettati a terra - continuano dunque i militari -, hanno svegliato alcuni vicini, che immediatamente hanno telefonato al 112, lanciando l'allarme."
Viene esposto ancora: "Il tempo di una comunicazione via radio da parte della Centrale Operativa, che una 'gazzella' della Radiomobile è piombata sul luogo del furto. É bastato un giro di isolato per intercettare il ladro, mentre tentava di nascondersi dietro un veicolo in sosta."
"Immobilizzato e perquisito - si annota inoltre -, i militari hanno rinvenuto, nelle sue tasche, circa 400 euro, che, considerato il bottino del furto, sono stati dopo restituiti all'ignaro proprietario, dispiaciuto per quanto successo alla sua attività ma, al tempo stesso, meravigliato e grato ai militari per la tempestività e l'efficacia dell'intervento."
"Una torcia elettrica, trovata per terra, nei pressi dell'agenzia, è stata invece posta sotto sequestro. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 41enne è stato poi accompagnato a casa sua, per rimanervi agli arresti domiciliari" divulgano al termine i militi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: