le notizie che fanno testo, dal 2010

Gioia del Colle (BA): tentano di sfondare vetrata di rivenditore di moto, arrestati

"Tentano di sfondare a martellate la vetrata di una concessionaria di motociclette e biciclette di Gioia del Colle, approfittando della pausa pranzo. Il loro piano, però, è stato interrotto dal proprietario, che, di ritorno, si è accorto di loro ed ha lanciato l'allarme, mettendoli in fuga sino alle porte di Bari", illustra in una nota la Benemerita.

"Tentano di sfondare a martellate la vetrata di una concessionaria di motociclette e biciclette di Gioia del Colle, approfittando della pausa pranzo. Il loro piano, però, è stato interrotto dal proprietario, che, di ritorno, si è accorto di loro ed ha lanciato l'allarme, mettendoli in fuga sino alle porte di Bari, dove sono stati intercettati ed arrestati" viene spiegato in una nota dai Carabinieri.
"Dovranno difendersi dalle accuse di tentato furto aggravato, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale, due nomadi domiciliati nel capoluogo barese, di 45 e 25 anni, arrestati l'altra sera nel capoluogo barese dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile. Una telefonata giunta al 112 ha permesso alla Centrale Operativa di Gioia del Colle di fare convergere una pattuglia della locale Stazione in quella via Gisotti" prosegue l'Arma.
"Qui i militari hanno raccolto la testimonianza del proprietario della concessionaria - illustrano dunque dalla Benemerita -, nonché quella di alcuni passanti, che erano riusciti a rilevare il numero di targa del furgone Fiat Ducato, a bordo del quale i due malfattori si erano allontanati alla volta di Bari."
"Allertate le altre centrali operative di zona, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno intercettato il mezzo in fuga alle porte del capoluogo. Nonostante l'alt intimato, il conducente del mezzo ha proseguito imperterrito la sua marcia, tentando persino di speronare il mezzo dell'Arma, fino a quando, giunto in via Vaccarella, si è schiantato contro un veicolo in sosta. Ciononostante, scesi dal mezzo, hanno tentato un'ultima disperata fuga, venendo però immobilizzati dopo alcune decine di metri. Dopo l'arresto, i due, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo. Il furgone, condotto dal più giovane, tra l'altro privo di patente di guida, mai conseguita, è stato sequestrato" concludono i militari.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: