le notizie che fanno testo, dal 2010

Ginosa: ruba 7 cassette di uva dal valore di 800 euro, arrestato

Arrestato a Ginosa un ladro d'uva.

"Nell'ambito di pianificati controlli finalizzati a prevenire e contrastare i furti e danneggiamenti ai danni di aziende agricole, la Compagnia Carabinieri di Castellaneta, particolarmente attiva sotto questo profilo, in ragione delle estese aree coltivate nel territorio di giurisdizione, in cui insistono in particolare molti vigneti, avvalendosi del personale delle Stazioni e dell'Aliquota Radiomobile del Nor ha predisposto un dedicato servizio, nel corso del quale è stato tratto in arresto, in flagranza di furto aggravato, un 51enne di Ginosa" diffondono in una nota dall'Arma.

"Nel corso dell'attività di prevenzione, gli operanti hanno intercettato un Fiat Doblò fermo in contrada Girifalco, agro in cui è rilevante la presenza di vigneti da tavola. Insospettiti da tale presenza in orario notturno, i militari decidevano di predisporre un breve servizio di osservazione e controllo. Dopo alcuni minuti, i Carabinieri notavano un individuo che usciva da un vigneto e riponeva una cassa di uva nel porta bagagli dell'indicata auto. A quel punto gli operanti, avendo fondato motivo di ritenere che il predetto stesse perpetrando un furto, intervenivano e lo bloccavano" viene segnalato.

"All'interno dell'autovettura venivano così rinvenute complessivamente sette casse di plastica contenenti uva da tavola del tipo 'Superior', del valore di mercato di circa 800 euro, due coltelli a serramanico ed paio di forbici da potatura. - si spiega - L'uomo tentava invano di giustificarsi ma, una volta condotto in caserma per i dovuti accertamenti, ammetteva le proprie responsabilità attribuendosi anche la responsabilità di altri furti commessi nella medesima contrada che sono risultati effettivamente consumati, ma mai denunciati agli organi competenti."

"Al termine delle attività, la merce recuperata veniva riconsegnata al legittimo proprietario. Il fermato, su disposizione dell'autorità giudiziaria, al termine delle formalità di rito, veniva accompagnato presso la propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari. I Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto invitano a denunciare episodi di furto e danneggiamento perché proprio da una puntuale conoscenza dell'effettiva incidenza dei reati e della loro collocazione spaziale e temporale può derivare un'attività preventiva e repressiva efficace e deterrente."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: