le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: in furti in casa in tutta Europa, sgominata banda di georgiani

"I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo, in varie località in Italia e all'estero, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 57 persone, in prevalenza di nazionalità georgiana, ritenute responsabili di far parte di un'associazione per delinquere operante anche sul territorio italiano e dedita alla commissione di furti in abitazione", si divulga in un comunicato i Carabinieri.

"I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo - espone in una nota l'Arma -, in varie località in Italia e all'estero, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma su richiesta della Procura della Repubblica di Roma nei confronti di 57 persone, in prevalenza di nazionalità georgiana, ritenute responsabili di far parte di un'associazione per delinquere operante anche sul territorio italiano e dedita alla commissione di furti in abitazione."
"Il sodalizio è operante in Italia e in diversi paesi europei, tra i quali Grecia, Spagna, Germania, Francia, Austria, Russia, Georgia e Moldavia. I componenti dell'articolato gruppo criminale erano soliti individuare gli appartamenti da derubare grazie alle informazioni ricevute da una fitta rete di badanti di origine est-europea e utilizzano la tecnica del key bumping per forzare le serrature blindate delle porte di ingresso senza lasciare segni di effrazione. Nel corso dell'indagine che ha portato all'emissione del provvedimento cautelare eseguito nel corso della nottata, i Carabinieri di Roma hanno arrestato in flagranza di reato ben 67 persone collegate al citato sodalizio criminale, sorprese dai militari mentre stavano effettuando furti all'interno di abitazioni nei quartieri romani Parioli, Pinciano, Prati e Talenti. In considerazione della transnazionalità del sodalizio criminale che ha basi operative in vari paesi europei, l'indagine è stata sviluppata anche grazie all'apporto fornito da Europol, l'Agenzia Europea per la lotta al crimine" rende pubblico in conclusione la Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: