le notizie che fanno testo, dal 2010

Pisa: ladro ruba fede ma si pente e si autodenuncia. Cercasi Catiuscia

Un giovane di 23 anni ruba una fede e la rivende ad un "compro oro" per 150 euro, ma poco dopo si pente. Consegna alla Polizia sia i soldi ricavati e fa ritrovare l'anello, ma della proprietaria Catiuscia nessuna traccia.

Un giovane di 23 anni qualche giorno fa si introduce in un furgone bianco parcheggiato in Via Bovio, a Pisa, e trova dentro un cruscotto una fede, forse appena comprata per una dichiarazione d'amore. Il furto, infatti, pare non essere stato ancora denunciato mentre a rendere nota la notizia della "sottrazione" è stato lo stesso ladro, che si è reso conto di "aver fatto una cosa sbagliata", come racconta lo stesso giovane autodenunciandosi alla Polizia il 12 settembre scorso. Il ladro pentito racconta anche di aver venduto la fede in un negozio compro oro e di averne ricavato 150 euro, somma di denaro consegnata agli agenti tranne la parte usata per un pasto caldo. Il 23enne ha accompagnato infine i poliziotti nel negozio, e questi sono riusciti così a recuperare l'anello. Della proprietaria (o futura proprietaria) Catiuscia, questo il nome inciso nella fede, però nessuna traccia. Il giovane è stato denunciato a piede libero, ma visto il suo pentimento e il fatto che ha cercato di rimediare all'errore in molti sperano che la pena non sia troppo severa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# amore# caldo# euro# furto# Pisa