le notizie che fanno testo, dal 2010

Licata (AG): rubano cavi rame in stazione treni e bruciano plastica, due arresti

"A Licata, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne e un 33enne poiché resisi responsabili dei reati di furto aggravato, danneggiamento e combustione illecita di rifiuti in concorso e, per il solo 33enne, violazione degli obblighi inerenti alla Sorveglianza Speciale", viene divulgato in una nota dai Carabinieri.

"Nella serata di ieri, a Licata, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne e un 33enne poiché resisi responsabili dei reati di furto aggravato, danneggiamento e combustione illecita di rifiuti in concorso e, per il solo 33enne, violazione degli obblighi inerenti alla Sorveglianza Speciale della Polizia di Stato. In particolare i militari, nel corso di servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso i due licatesi mentre erano intenti a dare alle fiamme la guaina in plastica di cavi in rame adibiti al cablaggio ed al funzionamento della Stazione e della linea ferroviaria. Tale materiale risultava tranciato e sottratto poco prima lungo i binari della stazione ferroviaria ubicata in contrada 'Sant'Oliva', lungo la tratta Canicattì - Gela, da tempo fatta oggetto di numerosi furti di cavi in rame e materiale ferroso. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa dell'udienza di convalida" rendono pubblico dall'Arma.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: