le notizie che fanno testo, dal 2010

Enna: il video-poker si inceppa, lo stacca e se lo porta a casa

A Enna un pregiudicato di 46 anni gioca al video-pocker ma la slot si blocca. Pretende la somma giocata dal barista, ma al diniego del proprietario del bar agisce in maniera "creativa".

Il video-poker può certamente creare una "dipendenza da gioco" se non si sa "giocare responsabilmente" come recitano le pubblicità del settore. Ma sui video-poker ancora non si era sentita una storia come quella successa ad Enna (capoluogo di provincia più alto d'Italia). E' la Polizia di Stato a raccontare in una nota che un pregiudicato di 46 anni è stato denunciato per aver "staccato" un videopoker da un bar ed averselo poi "portato a casa". La storia ricostruita dagli uomini del Commissariato di Piazza Armerina parla di un uomo che aveva giocato al video-poker in un bar, la macchinetta però ad un certo punto si era inceppata. A quel punto il giocatore pretendeva dal proprietario dell'esercizio pubblico la piccola somma di denaro investita nel gioco, avendo come risposta un diniego, dato che, per restituire i soldi, il proprietario ha risposto che avrebbe dovuto aspettare una verifica della macchina. Il pregiudicato avrebbe quindi insisto anche con toni minacciosi, ma di fronte ad un nuovo diniego, ha semplicemente staccato la slot, l'ha caricata in macchina e se l'è portata a casa. La Polizia ha rintracciato l'uomo che ha raccontato la sua versione dei fatti e ritrovando, dopo una perquisizione, il video-poker all'interno dell'auto. L'uomo, come si legge in una nota della Polizia, è stato denunciato per il reato di "esercizio arbitrario delle proprie ragioni e per guida senza patente", mentre il veicolo utilizzato per il trasporto è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: