le notizie che fanno testo, dal 2010

Sigaretta elettronica: certi ingredienti sono nocivi

I 171 Paesi aderenti all'OMS hanno firmato un accordo che chiede di mettere al bando l'uso di additivi e di profumi nelle sigarette e mettono in evidenza che la sigaretta elettronica non solo non aiuta a smettere di fumare ma può essere anche noviva per la salute.

I 171 Paesi aderenti all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) durante la Conferenza sul controllo del tabacco (Framework convention on tobacco control 2, Fctc) svoltasi a Punta del Este (Uruguay) hanno firmato un accordo che chiede di mettere al bando l'uso di additivi e di profumi nelle sigarette. L'OMS sottolinea infatti che queste sostanze aromatiche potrebbero essere per la salute anche più pericolose del tabacco stesso. Ora starà ai Paesi membri dell'OMS assimilare tale documento.
L'OMS denuncia poi l'inutilità della sigaretta elettronica ma soprattutto evidenzia la pericolosità della stessa.
Anche se spesso la sigaretta elettronica è pubblicizzata come rimedio efficacie per smettere di fumare, l'OMS spiega che ciò "non è assolutamente provato" e che i vapori aromatizzati che danno l'illusione di fumare spesso "sono nocivi" come specifica Eduardo Bianco, direttore regionale dell'Alleanza per la Convenzione-quadro anti-tabacco dell'OMS.
In definitiva la sigaretta elettronica "sabota le strategie messe in atto dall'OMS nella sua lotta contro il fumo" tanto che nella prossima conferenza anti-fumo che si svolgerà nel 2012 in Corea del Sud in programma c'è proprio una discussione per arrivare ad una regolamentazione delle sigarette elettroniche. Gli altri due grandi obiettivi da ridiscutere nel 2012 sono l'aumento della tassazione delle sigarette e l'offerta di coltivazioni alternative.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: