le notizie che fanno testo, dal 2010

Calcio: stadi vietati alle "bionde". Verso il "vietato fumare"

Vietato fumare negli stadi già dalla prossima partita? Ovviamente no, ma la tendenza, confermata da una decisione dell'"Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive" è senz'altro questa. Le bionde bandite dallo stadio faranno certamente crescere il consumo delle sigarette elettroniche. Oltre che delle caramelle.

Chissà che cosa ne penserà Zeman, si sarà subito domandato qualcuno. L'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive del Viminale ha approvato nella riunione del 26 settembre un ordine del giorno in cui compare anche il divieto di accendere la sigaretta negli stadi. In altre parole durante le partite di calcio, gli allenamenti e qualsiasi altra attività all'interno del complesso fumare sarà proibito anche se "prossimamente" dato che il divieto non è effettivo ma dovrà passare, a quanto sembra, attraverso una sperimentazione dall'inizio della prossima stagione. Comunque, come si fa sapere dall'Osservatorio, prima che venga approvato il divieto di fumo negli stadi in via definitiva saranno ascoltate anche le "rappresentanze dei tifosi". Il "vietato fumare" negli stadi è quindi per molti un passo avanti verso la paradossale condizione di uno Stato che detiene il monopolio del tabacco e che, nello stesso tempo, ne vieta il consumo in spazi sempre più vasti. Ovviamente i produttori di sigarette elettroniche sorrideranno per la buona nuova.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: