le notizie che fanno testo, dal 2010

Fotovoltaico nelle scuole, a Reggio Emilia si può

La Provincia di Reggio Emilia ha pensato ad un intervento per una riqualificazione energetica che interesserà 12 edifici scolastici, sui quali verranno installati pannelli fotovoltaici, "cogliendo l'opportunità presentata dal decreto del Ministero dello Sviluppo economico".

"Cogliendo l'opportunità presentata dal decreto del Ministero dello Sviluppo economico del 19 febbraio 2007, che incentiva la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici da realizzarsi entro il 2010, la Provincia di Reggio Emilia ha realizzato un vero e proprio piano di riqualificazione energetica degli edifici scolastici per valorizzare il patrimonio delle scuole superiori e produrre energia elettrica", ha spiegato oggi l'assessore provinciale alla Qualità dell'aria e all'Istruzione, Alfredo Gennari che, insieme all'assessore Ilenia Malavasi, ha presentato gli interventi che la Provincia di Reggio Emilia ha pensato per una riqualificazione energetica che interesserà 12 edifici scolastici, sui quali verranno installati appunto pannelli fotovoltaici. Alla presentazione del progetto era presente anche il presidente di Gesta, la ditta che si è aggiudicata l'appalto.
Ad essere sfruttati saranno entrambi i meccanismi di incentivazione, quello del "Conto energia", che finanzia il progetto, e quello dello "Scambio sul posto", cioè che immette l'energia prodotta in rete ed il corrispondente valore in euro verrà poi detratto dal costo della bolletta.
Sulle scuole verranno posizionati circa 9.600 metri quadrati di pannelli e durante la presentazione è stato anche sottolineato che l'intervento servirà anche per manutenere i tetti degli edifici scolastici.
Inoltre, naturalmente, gli impianti fotovoltaici non solo saranno in grado di produrre una potenza complessiva pari a 1,2 megawatt e una produzione annua di 1.320.000 kWh/anno ma ridurranno di circa 700 tonnellate l'anidride carbonica che altrimenti sarebbe stata immessa in atmosfera.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: