le notizie che fanno testo, dal 2010

LENAF 2012: Legio Roma sconfitta all'esordio. E domenica c'è il derby

La sconfitta all'esordio contro i Bobcats è già un ricordo per coach Annoscia. La Legio Roma si prepara al derby di domenica contro i Grizzlies . Ci sarà da lavorare sui troppi errori in attacco visti al CS Longarina che hanno permesso al team parmense di conquistarsi la vittoria per 14-39.

Il CS Longarina di Ostia Antica ha visto il debutto di due team nel campionato di A2 LENAF di football americano. Domenica pomeriggio a scendere in campo sono stati i padroni di casa della Legio XIII Roma e gli ospiti dei Bobcats Parma, ma solo questi ultimi hanno potuto festeggiare l'esordio positivo. Gli emiliani hanno gestito al meglio la partita approfittando degli errori dei giallorossi che alla fine cadono per 14-39. Il team romano commette tanti fumble (errore commesso dal possessore della palla consistente nel lasciar cadere il pallone, con il conseguente rischio di perderne il possesso qualora sia un avversario a catturare la palla) e tante penalità che non gli hanno permesso di esprimersi al meglio.

IL MATCH: LEGIO XIII ROMA – BOBCATS PARMA 14-39 Si è giocato in una bella giornata dal sapore primaverile, in una gara caratterizzata fin dall'inizio dalle incertezze dell'Offence dei giallorossi i quali alla loro prima azione venivano fermati dai Parmensi - nell'occasione anche un sack (l'azione con cui un quarterback è placcato, da parte della difesa avversaria, dietro la linea di scrimmage prima che possa effettuare un lancio) ai danni del QB della Legio Carosi.

GARA DECISA NEL FINALE. LEGIO, TROPPI ERRORI IN ATTACCO Il risultato della gara è stato in bilico fino all'inizio del 4° quarto di gioco (0-7 il primo quarto, 0-9 all'intervallo, 0-16 a fine terzo quarto) quando poi i parmensi hanno approfittato della stanchezza della difesa romana, rimasta in campo per buona parte dell'incontro, per allungare definitivamente il passo. I molteplici errori dell'attacco della Legio, quindi, hanno di fatto permesso ai Bobcats di portare a casa l'incontro. Tardiva la reazione dell'attacco dei Legionari che va a segno con Barrotta, tra i migliori, con due TD, ma il bravo runner romano macchia la sua prestazione con qualche fumble di troppo; anche Galasso e Roli vanno riconosciuti i meriti in campo, i due veterani che non si sono assolutamente risparmiati. Alla fine i Bobcats Parma si sono dimostrati un buon team che ha saputo sfruttare al meglio le occasioni avute portando a casa un risultato importante. Buono l'arbitraggio, nessun episodio particolare da recriminare sia da una parte che dall'altra.

LEGIO, BUONE LE INDIVIDUALITA', MA C'E' DA LAVORARE A dispetto dei punti subiti, comunque, la Defence romana ha fatto una buona partita. Di Bari e Alicino da segnalare su tutti. Buone giocate anche da parte di Luca Sensi nell'occasione schierato anche in difesa come linebacker. Nelle file della Legio, si sono viste delle buone individualità, c'è ancora molto da lavorare , Coach Annoscia deve ancora perfezionare gli schemi del suo attacco e soprattutto deve fargli trovare la giusta concentrazione. Da sottolineare il buon esordio di alcuni giovani della Legio che comunque dovranno imparare ad essere più disciplinati nel seguire le indicazioni dei loro coach.

DOMENICA C'E' IL DERBY Domenica Prossima, 18 marzo, la Legio XIII è attesa in casa dei Grizzlies Roma allo Stadio Paolo Rosi per il primo dei due derby capitolini di questa stagione. A differenza dei Legionari, ottimo esordio a Padova per i Grizzlies che, contro i Saints, vincono 20 a 7 pur senza convincere del tutto. Ci si aspetta un grande match senza esclusione di colpi.

LE INTERVISTE Lorenzo Barrotta (RB) "La partita e stata molto strana, loro sicuramente erano più organizzati di noi forse anche più allenati. Credo che il risultato sia frutto soprattutto dei nostri errori. Nell'ultimo quarto siamo riusciti a giocare più concentrati, la difesa ha fatto del suo meglio e l'attacco ha cominciato a girare facendo due touchdown in poco tempo. Quindi credo che il segreto sia li, dobbiamo riuscire ad entrare subito in partita, più disciplina e meno errori".
Marco Di Bari (LB) "Ci siamo resi subito conto sin dall'inizio che alcuni meccanismi sia dell'attacco che della difesa ancora non erano a punto. Per quanto posso dire io, credi di aver disputato una buona gara, con Antonio Alicino abbiamo dato molto in campo, abbiamo cercato di mettere la nostra esperienza al sevizio anche dei più giovani , che però devono anche trovare disciplina di gioco, devono cioè seguire più quanto detto dai loro coach".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: