le notizie che fanno testo, dal 2010

IFL 2012: cuore Giants, Panthers ko a Parma. Lions, il ritorno

Due sorprese nella seconda giornata del campionato IFL di football americano: ko dei Panthers sui Giants e vittoria degli Hogs a Milano sui Rhinos . A Parma la partita si decide all'ultima azione, con la difesa che ferma l'ultimo tentativo dei padroni di casa a pochi centimetri dal touchdown, mettendo in scena il risultato più sorprendente di un emozionante secondo turno, che ha visto in campo otto formazioni. Prima vittoria stagionale per i Warriors Bologna e (40-26 sui Seamen Milano) e trionfale ritorno nel massimo campionato per i Lions Bergamo che battono i Marines Lazio per 48-13.

Il campionato IFL di football americano è arrivato solo alla seconda giornata, ma già regala emozioni e risultati inaspettati. La squadra più illustre a fare i conti con la prima sconfitta stagionale sono i campioni d'Italia dei Panthers Parma, sconfitti a tempo scaduto dai Giants Bolzano per 21-27. Una sorte simile è toccata al debutto dei Rhinos Milano che in casa vengono sconfitti ai supplementari dagli Hogs Reggio Emilia per 14-20. Queste quattro squadre, così come molte altre protagoniste di quest'inizio di stagione, stanno subendo le conseguenze negative del maltempo, che ha portato ad una scarsa disponibilità degli impianti di allenamento. Non appena la neve è sparita e i campi hanno ritrovato uno stato accettabile, i team hanno potuto preparare le partite in condizioni adeguate ma si è inevitabilmente arrivati a giocare dei match tanto spettacolari quanto incerti sul risultato finale.
Una nota positiva arriva dai Lions Bergamo, squadra più titolata con 12 scudetti, ritornata al massimo campionato di football americano con una vittoria schiacciante sui Mistersex Marines Lazio per 48-13. Bene anche i Warriors Bologna che davanti al loro pubblico riscattano la sconfitta al Kick-off Classic della settimana scorsa battendo per 40-26 i Seamen Milano.

SAMPLA BELTING RHINOS MILANO-HOGS REGGIO EMILIA 14-20 La seconda giornata si era aperta con una gara finita al supplementare dopo un andamento alterno e colpi di scena in continuazione. A decidere è stato il touchdown su corsa di Evan Williams nel primo tempo supplementare, dopo che i Rhinos allo scadere del tempo regolamentare avevano stoppato con Alessandro Viatore il field goal ospite della possibile vittoria. Ad aprire le segnature, dopo il kick-offi simbolico da parte dell'asso delle arti marziali ed ex giocatore di football Bob Sapp, erano stati i Rhinos con una corsa di 8 yards di Mattia Binda, non trasformata. Il pareggio (6-6) degli Hogs, semifinalisti lo scorso anno, era arrivato con una corsa di 11 yard di Williams, anch'essa non trasformata. Rhinos ancora in vantaggio (8-6) con un safety, due punti cioè concessi alla squadra di casa a causa di uno snap sbagliato, ma poco dopo vantaggio Hogs (8-14 grazie alla trasformazione di Luca Callegati) su ritorno di intercetto del linebacker Mattia Fontanesi, che cattura un pitch del quarterback Taylor Harris e lo porta in end zone per circa 30 yards. Harris, che ha mostrato grandi doti di lanciatore pur non potendo disporre nel secondo tempo del connazionale Travis Shelton, uscito per infortunio, pareggia trovando per 25 yard Giacomo Bonanno, ma Matteo Franceschini stoppa l'extra point del possibile 15-14 e si arriva dunque sul punteggio di 14-14 al field goal finale fermato da Viatore, prima del touchdown vincente di Williams nel supplementare.

WARRIORS BOLOGNA-SEAMEN MILANO 40-26 Una vittoria e una sconfitta ora per i Warriors, che hanno ripreso la corsa dopo il ko della prima giornata a Parma, mentre i Seamen hanno pagato un inizio difficile e non sono riusciti a coronare una rimonta che nell'ultimo quarto li aveva portati dal 34-12 al 34-26, dunque un solo touchdown (con trasformazione da due) di distacco. I Warriors erano partiti sul 21-0 grazie a passaggi di Eric Watt, il quarterback reduce da una settimana non perfetta per via di un infortunio alla caviglia, a Walter Peoples, Jordan Scott e Mario Panzani rispettivamente di 27, 40 e 33 yard, prima del passaggio di Jordan La Secla, l'atteso Qb dei Seamen, per Danilo Bonaparte per 1 yard e il 21-6 che ha chiuso il primo tempo. Nel 2° quarto subito passaggio in TD di Watt questa volta per Mattia Parlangeli (19 yard) e il 28-6, poi La Secla lancia per 2 yard ad Anthony DiMichele nell'angolo sinistro della end zone per il 28-12. I Warriors, apparsi molto migliorati in attacco rispetto alla partita a Parma grazie anche al ritorno di Andrea Benefico in linea, hanno subito riallungato con il lancio di 18 yard di Watt per Panzani, poi è partita la rimonta dei milanesi, con due touchdown di La Secla su corsa, di 1 e 5 yard rispettivamente. L'onside kick, effettuato a 3'24" dal termine, viene però recuperato da Christian Nobile dei Warriors, che chiudono di fatto la partita segnando ancora con Scott, questa volta su corsa, da 1 yard, dopo una bella chiamata di screen pass per lo stesso Scott che guadagna 27 yard.

LIONS BERGAMO-MISTERSEX MARINES LAZIO 48-13 Trionfale ritorno nel massimo campionato, dopo una stagione di assenza, per i Lions Bergamo, la squadra più titolata d'Italia con i suoi 12 scudetti e quattro trofei europei di primo livello. I bergamaschi non hanno perso tempo nel colpire la difesa laziale, apparsa in difficoltà tanto quanto l'attacco, grazie alle combinazioni del quarterback Bart Blanchard con i suoi ricevitori, in particolare Chaz Thompson, numero 1 di maglia e di fatto con una partita strepitosa che lo ha visto segnare tre touchdown su ricezione già nel primo tempo (19, 11 e 55 le yard rispettivamente) nonostante una condizione atletica ancora non perfetta. Lions avanti 20-0 già nel primo quarto, con le due ricezioni di Thompson e un TD pass sempre di Blanchard su Marco Podavitte, autore anche del touchdown del 41-6 a fine primo tempo con un'altra presa da 10 yard. Dopo un primo tempo con una difesa in difficoltà ed un attacco in cui il quarterback Blake Barnes faticava ad entrare in ritmo i MisterSex Marines hanno subito in apertura di terzo quarto un altro touchdown, quello segnato dal safety dei Lions Daryl Forte per 70 yard e il 48-6 con il calcio aggiuntivo di Ezio Marone che portava alla cosiddetta mercy rule, il meccanismo con il quale raggiunto un determinato scarto il tempo non viene fermato secondo i canoni tradizionali nel resto della gara. L'impresa di Forte ha chiuso le segnature per i padroni di casa, che hanno poi potuto ruotare uomini e affidato poi la regia a Carlo Carminati per l'ultimo drive della partita.

PANTHERS PARMA-GIANTS BOLZANO 21-27 Non si arrendono mai i Giants, e lo testimonia il successo a Parma al debutto stagionale, con una partita condotta con tenacia e raziocinio: pochissimi lanci, spesso effettuati su azioni non ortodosse, e molte corse da parte del quarterback Josh Haney e del running back Henry Harris, ex compagno di squadra al college di Walter Peoples dei Warriors Bologna, che poche ore prima ne aveva magnificato le doti di corridore. 178 le yard conquistate da "H2" su corsa (25 su finta di punt al 4° down), anche se curiosamente il RB non ha segnato alcun touchdown: per i bolzanini infatti sono andati a segno Tommy Connors con una corsa di 9 yard e una ricezione di 26, Haney con una corsa di 4 yard e Giuseppe Bonacci con un'altra ricezione di 26 yard sempre dal braccio di Haney. I Panthers hanno ottenuto l'unico vantaggio nel primo quarto, chiuso 7-6 con un TD di Jaycen Taylor-Spears dopo corsa di 9 yard, rimanendo però a secco per i due quarti successivi fino alla rimonta dal 7-27 al 21-27 grazie alla ricezione di Tommaso Finadri (11 yard) e al ritorno di fumble di 55 yard da parte di Tyrell Sales. Emozionante l'ultimo drive: dopo che Haney su un quarto tentativo e 7 aveva corso solo 3 yard dando palla ai padroni di casa sulla loro linea delle 34, il debuttante Kevin Grayson (due volte) e Taylor-Spears ricevevano per un totale di 44 yard e dopo un lancio incompleto di Tommaso Monardi dalle 2 yard seguito da una penalità dei Giants si arrivava ad un terzo down e goal dalla linea delle 1 yard, praticamente a tempo scaduto. La corsa centrale di Taylor-Spears veniva però fermata dalla difesa di Bolzano e la partita terminava con la sorprendente vittoria degli ospiti.
CLASSIFICA: Lions Bergamo, Giants Bolzano, Hogs Reggio Emilia 1 vittoria 0 sconfitte; Panthers Parma e Warriors Bologna 1-1; Sampla Belting Rhinos Milano, Seamen Milano, MisterSex Marines Lazio 0-1; Daemons Milano, Dolphins Ancona, Doves Bologna, Elephants Catania 0-0.

IL CALENDARIO DELLA TERZA GIORNATA SEAMEN MILANO-ELEPHANTS CATANIA sabato 10 marzo 2012 ore 14 Velodromo Vigorelli via Arona 19 Milano DAEMONS MILANO-WARRIORS BOLOGNA sabato 10 marzo 2012 Stadio Scirea via Buonarroti Cernusco sul Naviglio (Milano) DOVES BOLOGNA-HOGS REGGIO EMILIA sabato 10 marzo 2012 ore 21 Stadio Lunetta Gamberini via degli Orti 60 Bologna GIANTS BOLZANO-SAMPLA BELTING RHINOS MILANO domenica 11 marzo 2012 ore 14.30 Stadio Europa via Resia Bolzano ENERGY BUILDING DOLPHINS ANCONA-LIONS BERGAMO domenica 11 marzo 2012 ore 15.30 Stadio Giuliani Via Esino Torrette (Ancona) MISTERSEX MARINES LAZIO-PANTHERS PARMA domenica 11 marzo 2012 ore 16 Stadio Giannattasio via Mar Arabico Ostia Lido (Roma) Il calendario completo è disponibile sul sito www.ifleague.it (http://is.gd/RpTG9q).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: