le notizie che fanno testo, dal 2010

IFL 2012, Taylor Harris tracina i Rhinos Milano. Marines Lazio ko

Il football americano si tinge di verde nella festa di San Patrizio e gli americano dei Rhinos Milano festeggiano il trionfo sui Marines Lazio. Il team lombardo sconfigge i capitolini per 46-30 dominando il match ma soffrendo un po' nel secondo tempo. "Ho visto un attacco cinico che non ha sbagliato nulla", ha detto il coach della formazione meneghina, Roberto D'Ambrosio.

Gli americani dei Sampla Belting Rhinos Milano festeggiano al meglio la festa di San Patrizio (http://is.gd/BRCw7u). Il team lombardo travolge 46-30 i Lazio Marines nella terza giornata del campionato IFL 2012 di football americano.
IL MATCH La partita allo stadio Vigorelli di Milano ha visto sempre i capitolini ad inseguire, mentre i Rhinos, implacabili in attacco che finalmente gioca una prestazione convincente, sono attenti a non fare regali e capitalizzano ogni occasione.
MVP: TAYLOR HARRIS - Lo "spartiacque" del match è stato senza dubbio Taylor Harris, premiato come MVP. Il quarterback dei Rhinos ha dimenticato presto l'opaca prestazione di Bolzano della settimana scorsa, risultando decisivo e lanciando per oltre 300 yard (una delle migliori prestazioni di sempre nella storia della franchigia) e 5 touchdown, fino a smistare palloni su sei ricevitori diversi.
ARIOLI, L'ARMA IN PIÙ - Ottima anche la prima partita casalinga di Lane Olson dei Rhinos: il ragazzotto dell'Illinois ha davvero giganteggiato nel doppio ruolo; in attacco ha segnato ben 2 mete ed in difesa è stato autore di molti placcaggi. La vittoria del team milanese è arrivata anche grazie al supporto di Luca Catalano (un veterano che sta vivendo un incredibile inizio stagione) e di Giacomo Bonanno (vera spina nel fianco della difesa capitolina). Un importante segnale arriva a coach Brian Gaylor da Gabriele Arioli: l'azzurro ha ritrovato feeling con il suo quarterback ed è anche andato a segno con una bella ricezione. In questo lungo campionato Arioli costituisce un'arma in più. Il gioco di corsa è stato certamente meno redditizio rispetto alla trasferta di Bolzano, alla fine saranno solo 89 le yard guadagnate sulla terra, ma ha costretto gli ospiti a chiudersi, permettendo ai ricevitori arancio-nero di trovare spazi per gli affondi.
RHINOS, PAURA NEL SECONDO TEMPO - La difesa, vero punto di forza della squadra meneghina in questo avvio di giornata, è incappata in un pericoloso calo di concentrazione che ha permesso ai Lazio Marines di tornare dal 40-14 fino al 46-30. A parte una sgaloppata di oltre 60 yard, la difesa di coach Roberto D'Ambrosio non ha subito big play dell'avversario, però è andata in affanno sul finale di stagione a risultato acquisito. La secondaria ha fatto vedere delle buone cose (3 intercetti non sono pochi, e l'ultimo di Jamal Schulters ha chiuso ogni velleità di rimonta) alternandole tuttavia a qualche distrazione. Del resto l'attacco dei Marines Lazio ha mosso bene la palla nel secondo tempo.
D'AMBROSIO: "ATTACCO CINICO, MOLTO MEGLIO DELLE PRIME USCITE" In sintesi la prova corale della squadra è stata di assoluto rispetto: "Il risultato non rispecchia i veri valori in campo" dice il capo allenatore Roberto D'Ambrosio ai microfoni di Radio Bocconi a fine partita, "ma ho visto un attacco cinico che non ha sbagliato nulla e ha girato molto meglio delle prime uscite".
31 MARZO, DERBY RHINOS-SEAMEN Prossimo appuntamento dopo la pausa, l'atteso derby di Milano contro i Seamen, in programma sabato 31 marzo alle ore 18.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Bolzano# derby# finale# football americano# Lazio# Milano# Radio