le notizie che fanno testo, dal 2010

Hollywood in tempo di crisi: per Jonny Depp e Tom Cruise stop film

Gli Stati Uniti, quelli "downgradati" da Standard and Poor's, cominciano a fare i conti con la crisi, letteralmente, e anche Hollywood si accinge a tirare la cinghia. E così anche star del calibro di Jonny Depp e Tom Cruise rimangono senza film da girare.

Gli Stati Uniti, quelli "downgradati" da S&P, cominciano a fare i conti con la crisi, letteralmente, e anche Hollywood si accinge a tirare la cinghia. Resta così senza film persino Johnny Depp, pronto a cominciare le riprese (la data era stata fissata ad ottobre) del remake di "The Lone Ranger" (Il ranger solitario), per la regia di Gore Verbinski. A dire stop è stata la Disney, e non per "motivi artistici", come rivela Hollywood Reporter ma bensì "economici", e cioè perché pare che il budget previsto per la realizzazione del film stesse cominciando a lievitare un po' troppo. Dagli iniziali 200 milioni di dollari, infatti, sembra che si fosse già arrivati a 232 milioni, e il film doveva ancora essere girato. Johnny Depp stava lavorando al progetto già dal 2008, e stando a fonti ben informate, pare che non si arrenderà facilmente. L'idea sarebbe o quella di produrre "The Lone Ranger" con un budget più basso o trovare la disponibilità di un'altra major. Anche la Universal ha fermato le riprese di un altro film nonostante i nomi eccellenti di regista e protagonista potrebbero assicurargli successo garantito al botteghino. Ma la Universal ha comunque giudicato che l'horror "At the mountains of madness" di Guillermo del Toro con Tom Cruise era un film con un rischio economico troppo elevato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: