le notizie che fanno testo, dal 2010

Blair Witch 2016: vero sequel dal 21 settembre al cinema. Ma senza marketing virale

A 17 anni di distanza viene presentato il vero sequel di "The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair". Presentato il trailer al Comic-Con di San Diego come "The Woods", in realtà il film girato da Adam Wingard si trasforma in Blair Witch, in uscita nei cinema il 21 settembre 2016 in Italia.

Il film del 1999 "The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair" ebbe un enorme successo nonostante sia stato girato da un coppia di registi/autori esordienti (Daniel Myrick ed Eduardo Sanchez) e la produzione costò poco più di 50mila dollari. Al botteghi però ne incassò 240 di milioni e anche per questo tanti rimasero stupiti che i registi non hanno approfittato di questo straordinario successo per girare un sequel (o prequel) del film.

Nel 2000 ci provò invece Joe Berlinger con il film "Il libro segreto delle streghe - Blair Witch 2" ma ricevette candidature solo come Peggior film, Peggior regista e Peggior remake o sequel ai Razzie Awards di quell'anno. In realtà parte della sceneggiatura di Blair Witch 2 era stata scritta proprio da Daniel Myrick ed Eduardo Sanchez, i quali però nel 2009 hanno ignorato i fatti raccontati né "il libro delle streghe" per iniziare quello che oggi viene presentato come il vero sequel di Blair Witch Project.

Il trailer è stato infatti presentato, a sorpresa, il 22 luglio 2016 al Comic-Con di San Diego. Il film che era stato annunciato in sala era The Woods ma già dalle prime immagini non è stato difficile intuire che in realtà si tratta del secondo capitolo di The Blair Witch Project. Ed infatti, alla fine della proiezione, i poster pubblicitari di The Woods si sono trasformati in quelli di Blair Witch.

Il film Blair Witch, per la regia di Adam Wingard (distribuito da Eagle Pictures), uscirà negli Stati Uniti il 16 settembre 2016 mentre in Italia approderà nei cinema il 21 dello stesso mese. Da ricordare però che il successo di The Blair Witch Project fu dovuto principalmente non tanto allo stile del film ma all'operazione di marketing che ne anticipò l'uscita perché, prima dell'era dei social network, era stata diffusa su internet una pseudo notizia divenuta poi virale, creando negli utenti il dubbio che il documentario "prossimamente nei cinema" raccontasse fatti reali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: