le notizie che fanno testo, dal 2010

Pertini: nuovo caso di embrioni scambiati? DNA feto diverso da padre e madre

All'ospedale Sandro Pertini di Roma nuovo caso di embrioni scambiati, dopom lo scandalo dell'aprile scorso? Un uomo denuncia che dopo una fecondazione assistita all'ospedale Pertini, gli esami dell'amniocentesi avrebbero rivelato che "il profilo genetico del feto non è compatibile né con quello materno né con quello paterno".

Nuovo sospetto caso di scambio di embrioni all'ospedale Sandro Pertini di Roma, dopo quello dell'aprile scorso. La denuncia, che se confermata avrebbe dell'inquietante, arriva al Giacomo G. che afferma di essersi recato insieme con la moglie nell'ospedale romano ai primi di dicembre per un ciclo di fecondazione assistita. La moglie è quindi rimasta incinta di una bambina ma a maggio i due genitori avrebbero scoperto che "il profilo genetico del feto non è compatibile né con quello materno né con quello paterno". La coppia aveva infatti sottoposto il feto all'amniocentesi, esame effettuato all'ospedale San Camillo. L'uomo sottolinea anche la preoccupazione nel pensare che forse il suo seme abbia potuto fecondare l'ovulo di un'altra donna, oppure che quello della moglie possa essere stato impiantato in un'altra gestate. La coppia rivela di essersi rivolta ad una associazione, Agitalia, per eventualmente intentare una causa, milionaria, contro il Pertini e il Ministero della Salute, per danni morali, patrimoniali e biologici. Questo nuovo caso si inserirà probabilmente nel già acceso dibattito sulla fecondazione eterologa, il cui divieto in Italia è stato dichiarato inconstituzionale dalla Consulta.

Aggiornamento: Ospedale Pertini smentisce (leggi)

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: