le notizie che fanno testo, dal 2010

Pertini smentisce: nessuno scambio embrioni e denuncia per calunnia

L'ospedale Sandro Pertini di Roma annuncia che presenterà "una denuncia per calunnia" contro la coppia che ha diffuso la notizia di uno scambio di embrioni dopo la fecondazione assistita. Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, chiarisce: "Se fosse vero che si tratta di un falso allarme sarebbe un fatto gravissimo".

L'ospedale Sandro Pertini di Roma annuncia che presenterà "una denuncia per calunnia" contro la coppia che ha dichiarato di essere stata vittima di uno scambio di embrioni dopo la fecondazione assistita. "E' un atteggiamento inspiegabile, solitamente prima di andare alla stampa si fanno le verifiche con le strutture interessate" sottolinea il direttore generale dell'ospedale Sandro Pertini di Roma. Anche "l'ufficio legale dell'ospedale San Camillo sta lavorando per valutare se ci siano i presupposti per presentare un esposto in Procura e chiedere anche un risarcimento danni in sede civile". L'uomo che attraverso alcuni media ha denunciato il presunto scambio di embrioni al Pertini ha raccontato infatti che l'amniocentesi che avrebbe rivelato come "il profilo genetico del feto non sia compatibile né con quello materno né con quello paterno" era stata effettuata all'ospedale San Camillo. Antonio D'Urso, il direttore generale del San Camillo di Roma spiega infatti di aver "richiesto una relazione al direttore del nostro Laboratorio di Genetica, che mi ha fornito in mattinata e stiamo valutando come procedere". Le strutture sanitarie smentiscono quindi il presunto scambio di embrioni. Sulla vicende interviene anche il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, chiarendo: "Se fosse vero che si tratta di un falso allarme sarebbe un fatto gravissimo, ne discuteremo con la Asl, perché se qualcuno ha tentato una truffa ne dovrà pagare le conseguenze, su questo non c'è dubbio. - concludendo - A tutela della legalità, della professionalità degli operatori e anche per rendere chiaro a tutti che su questi temi non si scherza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: