le notizie che fanno testo, dal 2010

Fecondazione assistita: Consulta boccia divieto diagnosi pre-impianto

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimità la norma delle legge 40 del 2004 che vietava la procreazione medicalmente assistita per le coppie fertili portatrici di patologie genetiche, facendo decadere anche divieto di accedere alla diagnosi pre-impianto.

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimità la norma delle legge 40 del 2004 che vietava la procreazione medicalmente assistita per le coppie fertili portatrici di patologie genetiche. La Consulta fa quindi decadere anche divieto di accedere alla diagnosi pre-impianto. A rimettere il caso alla Corte Costituzionale era stato, con due distinte ordinanze, il Tribunale di Roma, nell'ambito di due procedimenti avviati da coppie che si erano viste negare dalle strutture la possibilità di effettuare la diagnosi preimpianto nonostante fosse stata accertato il fatto che fossero portatrici sane di gravi patologie genetiche. L'associazione Luca Coscioni annuncia quindi che proseguirà "l'opera di demolizione della legge 40 sui divieti ancora rimasti: la ricerca sugli embrioni e l'accesso dei single e coppie dello stesso sesso alla fecondazione assistita".

© riproduzione riservata | online: | update: 15/05/2015

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Fecondazione assistita: Consulta boccia divieto diagnosi pre-impianto
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI