le notizie che fanno testo, dal 2010

Fascismo: ok alla Camera a legge Fiano. Torna in Italia reato d'opinione?

La Camera ha approvato la legge Fiano (PD) che introduce nel codice penale il reato, procedibile d'ufficio, di propaganda del regime fascista e nazifascista. Rischia però di finire in carcere anche chi vende il Mein Kampf.

Senza troppa propaganda, paradossalmente, la Camera approva la legge a firma Fiano (PD) che di fatto rischia di reintrodurre in Italia il reato d'opinione (finora, almeno teoricamente, veniva punito solo il vilipendio al Capo dello Stato). Montecitorio dà infatti il suo via libera alla norma, redatta in un solo articolo, che introduce l'articolo 293-bis nel codice penale relativo al reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. A votare a favore del provvedimento 261 deputati, di PD, Ap, Mdp, Sinistra Italiana, Civici e Innovatori, Ds-Cd. Contrari M5S, Fi, Lega, FdI ed i verdiniani.

A far discutere il fatto che la legge punisce con la reclusione da 6 mesi a 2 anni chiunque "propaganda immagini o contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco ovvero delle relative ideologie, anche solo mediante la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni che raffigurino persone, immagini o simboli chiaramente riferiti a tali partiti o ideologie". Inoltre "costituisce aggravante del delitto (aumento di un terzo della pena) la propaganda del regime fascista e nazifascista commessa attraverso strumenti telematici o informatici. L'aggravante riguarda quindi sia i siti internet con contenuti di propaganda delle ideologie fasciste e nazifasciste sia il merchandising online dei gadgets e degli altri beni chiaramente riferiti al partito e all'ideologia fascista o nazifascista".

In linea teorica, quindi, se la legge passerà anche in Senato non si potrà più stampare o vendere nemmeno il Mein Kampf di Adolf Hitler, un tempo sicuramente libro di propaganda ma oggi documento storico.
La norma inoltre potrebbe mandare in carcere anche coloro che, nei vari mercatini, vendono oggetti che si riferiscono al fascismo, nonostante sia innegabile che abbia fatto parte della nostra storia: per la legge infatti starebbero facendo una pericolosa propaganda sovversiva e antidemocratica.
Non solo: il reato è procedibile d'ufficio quindi coloro che hanno un calendario di mussoliniana memoria in falegnameria è meglio che lo ripongano nel cassetto.

Se applicata alla lettera, inoltre, la legge Fiano rischia di andare a punire anche chi usa motti d'annunziani come il "me ne frego" visto che non si potrà più "richiamare pubblicamente la simbologia o la gestualità del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco ovvero delle relative ideologie".
Non a caso, il promotore della legge, Emanuele Fiano, ha già affermato che sarebbe favorevole a cancellare la scritta "Mussolini Dux" dall'obelisco del Foro Italico a Roma.

© riproduzione riservata | online: | update: 13/09/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Fascismo: ok alla Camera a legge Fiano. Torna in Italia reato d'opinione?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI