le notizie che fanno testo, dal 2010

Farmaci, rapporto OsMed: 8 bambini su 10 almeno un farmaco l'anno

Il Rapporto OsMed per il 2010, presentato a Roma e redatto da Iss in collaborazione con l'Aifa evidenzia come l'Italia sia, ogni hanno che passa, sempre più dipendente dai farmaci. Purtroppo anche i bambini.

Il Rapporto OsMed (Osservatorio impiego dei medicinali) per il 2010, presentato a Roma e redatto da Iss in collaborazione con l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) evidenzia come l'Italia sia, ogni hanno che passa, sempre più dipendente dai farmaci. Roberto Raschetti, curatore dell'Istituto Superiore di Sanità del Rapporto OsMed, spiega infatti che "cresce ancora il consumo dei medicinali" e se è vero che "non vi sono macroscopiche variazioni da un anno all'altro" dal 2000 invece, quando si iniziò a pubblicare il primo Rapporto Osmed, le variazioni sono molto ben "visibili". "E se, in un certo senso, ci può stare che a consumare molti medicinali siano gli anziani, quello che sconcerta è che anche i bambini vengono bombardati di medicine sin dalle più tenere età (ogni anno a 8 bambini su 10 viene prescritto almeno in farmaco, per lo più antibiotici e antistaminici)" come sottolinea in una nota Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti". L'intero rapporto è scaricabile al link (http://is.gd/6mIke3) sul sito dell'Aifa, ma a fornire un riassunto dei dati è sempre Giovanni D'Agata, che evidenzia come al primo posto tra i farmaci utilizzati nel 2010 "è stato l'antipertensivo Ramipril, un ace-inibitore (43,9 dosi ogni mille abitanti), subito dopo quelli utilizzati per il sistema cardiovascolare in particolare statine per il cuore, poi antistaminici, antibiotici". Si ricorda inoltre, sempre in base al Rapporto OsMed, che "in media, per ogni cittadino italiano, la spesa per farmaci è stata di 434 euro", ma che comunque "la spesa farmaceutica territoriale complessiva, pubblica e privata, è rimasta stabile rispetto all'anno precedente (-0,1%), mentre quella a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è cresciuta dello 0,4%. Per un totale di oltre 26 miliardi di euro, di cui il 75% rimborsato dal SSN". Come nel 2009, infine, si è osservato che "la Regione con la spesa pubblica per farmaci di classe A-SSN più elevata è la Calabria con 268 euro pro capite, mentre quella con il valore più basso è la Provincia Autonoma di Bolzano (circa 153 euro)".
</editing>

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: