le notizie che fanno testo, dal 2010

Veronesi su eutanasia: in Italia c'è movimento che lavora clandestinamente

Umberto Veronesi sull'eutanasia in Italia sostiene: "Molti la fanno, è un movimento sott'acqua che si trova a lavorare in maniera clandestina". Dopo tali affermazioni, forse la magistratura potrebbe aprire un'inchiesta, visto che nel nostro Paese togliere la vita a qualcuno per qualsiasi ragione è ancora un omicidio.

A margine del convegno "Uniti per i pazienti" all'Università Statale di Milano, l'oncologo Umberto Veronesi torna a difendere l'eutanasia, affermando come riporta La Repubblica: "Al malato terminale che negli ultimi giorni di vita con dolori violentissimi chiede l'iniezione per morire serenamente gli viene negata. - aggiungendo - Se il medico la fa può essere accusato di omicidio". Nonostante questo, Veronesi sostiene che in Italia "molti" già praticano l'eutanasia e l'iniezione letale "la fanno", spiegando che questo "è un movimento sott'acqua che si trova a lavorare in maniera clandestina". Dopo tali affermazioni, forse la magistratura potrebbe però aprire una inchiesta, visto che nel nostro Paese togliere la vita a qualcuno per qualsiasi ragione è ancora un delitto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# eutanasia# Italia# Milano# omicidio# Paese# Università