le notizie che fanno testo, dal 2010

Finlandia: euro? Camicia di forza monetaria. Fine è questione di tempo

La Finlandia torna a parlare del futuro dell'euro, che non vede affatto roseo: "La rottura della zona euro è solo una questione di tempo, solo che nessuno in Europa vuole essere il primo ad uscire dall'euro e prendersi la responsabilità" di questo fallimento.

Non è la prima volta che la Finlandia paventa una possibile uscita dall'euro , ma questa volta il monito del ministro degli Esteri finlandese Erkki Tuomioja è esteso a tutta la zona euro. "Dobbiamo prepararci alla possibilità di una rottura della zona euro" spiega Erkki Tuomioja nel corso di una intervista rilasciata al Daily Telegraph, precisando che l'uscita dall'euro non viene sostenuta in Finlandia, ma che comunque bisogna "essere preparati" a tale eventualità. Il ministro degli Esteri finlandese rivela quindi che il Paese ha infatti "una sorta di piano operativo per ogni evenienza", anche perché l'eventualità di una possibile uscita dall'euro è discussa un po' in tutto il mondo, anche se, sottolinea, la maggioranza condivide il fatto che tale rottura "costerebbe di più nel breve e medio periodo rispetto ad una gestione della crisi". Per il ministro degli Esteri della Finlandia, però, la fine dell'euro non equivarrebbe necessariamente alla fine dell'Unione europea, che anzi, precisa "potrebbe funzionare anche meglio". "Non ci sono regole su come lasciare l'euro, ma è solo una questione di tempo - spiega Erkki Tuomioja - perché questa camicia di forza monetaria sta causando miseria a milioni di persone e distruggendo il futuro dell'Europa". Il problema principale, chiarisce Tuomioja, è che "nessuno in Europa vuole essere il primo ad uscire dall'euro e prendersi quindi tutta la colpa" di una eventuale disgregazione del sistema monetario unico.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: