le notizie che fanno testo, dal 2010

Eolico per raggiungere obiettivi protocollo di Kyoto

Il 15 giugno si è celebrata la "Giornata mondiale del vento", dove sono stati forniti ai cittadini informazioni riguardo il settore dell'eolico, grazie al quale si potrebbero raggiungere gli obiettivi stabiliti dal protocollo di Kyoto.

Ieri 15 giugno 2012 si è celebrata la "Giornata mondiale del vento", da sempre fonte di energia pulita che, grazie alle tecnologie moderne, riesce a generare elettricità ad un basso impatto ambientale.
La "Giornata mondiale del vento" è un evento coordinato da Ewea (European wind energy Association) e Gwec (Global wind energy Association), mentre in Italia l'ANEV (associazione nazionale energia del vento), ha organizzato diverse iniziative, anche e soprattutto per fornire ai cittadini maggiori informazioni riguardo il settore dell'eolico, grazie al quale si potrebbero raggiungere gli obiettivi stabiliti dal protocollo di Kyoto entro il 2020, che vuole l'utilizzo di fonti rinnovabili per la produzione di energia a livello UE.
Fino a pochi anni fa chi parlava di eolico veniva visto quasi come un sognatore, mentre oggi l'energia eolica viene utilizzata in oltre 75 Paesi, con 21 Paesi che superano i 1000 MW installati. Ciò si traduce in più di 250 GW di capacità installata globalmente che rappresenta oltre 30 volte la potenza installata 15 anni fa.
In Italia sono 7.250 i MW installati, in particolare 1733 MW in Sicilia, 1471 MW in Puglia, 1178 MW in Campania e 991 MW in Sardegna.
ANEV ha inoltre recentemente effettuato un sondaggio, dove si evince che il 90% della popolazione italiana è favorevole all'eolico e all'energia scaturita dalla forza del vento, tanto che anche il rapporto "La forza del vento" di Legambiente sottolinea la crescita del settore, che garantisce il 6,4% della produzione elettrica complessiva in Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: