le notizie che fanno testo, dal 2010

CGIL aderisce a "M'illumino di meno" e risparmia energia

La trasmissione di Rai Radio 2 "Caterpillar" promuove come ogni anno "M'illumino di meno" per il 18 febbraio. Un giorno di riflessione e di azione per il risparmio energetico che coinvolge i privati cittadini, comuni, scuole, piazze e anche la CGIL, il più grande sindacato italiano.

Come ogni anno la trasmissione di Rai Radio 2 "Caterpillar" promuove "M'illumino di meno" ovvero "la più radiofonica campagna sul risparmio energetico mai escogitata sul globo terracqueo". Come si legge sul blog della trasmissione "La Giornata del Risparmio Energetico 2011, special edition per i 150 anni dall'Unità d'Italia, è fissata per il 18 febbraio 2011. Anche quest'anno Caterpillar invita comuni, associazioni, scuole, aziende e case di tutt'Italia ad aderire all'iniziativa creando quel 'silenzio energetico' che ha coinvolto le piazze di tutt'Europa negli anni scorsi, per fare spazio, dove possibile, ad un'accensione virtuosa, a base di fonti rinnovabili".
Ed è proprio la CGIL che risponde e che aderisce "con convinzione" all'iniziativa della trasmissione.
In una nota infatti la confederazione di Corso Italia ricorda di aver "intensificato la propria elaborazione e la propria iniziativa a sostegno degli obiettivi europei per il risparmio, per l'efficienza energetica e per la produzione di energie rinnovabili (20-20-20)" e di avere come CGIL "con responsabilità e convinzione avanzato proposte e ha richiamato la necessità di perseguire un'economia sostenibile dal punto di vista ambientale".
E la riconferma degli obiettivi di Kyoto nella recente conferenza di Cancun impegna, per l'organizzazione sindacale, "anche il nostro Governo ad uscire da una posizione miope che lo ha visto anteporre alla realizzazione di tali obiettivi, l'uscita dalla crisi, senza intuire invece, che investire in quella direzione avrebbe significato sostenere la ripresa economica del nostro Paese".
Il sindacato guidato da Susanna Camusso farà la sua parte il 18 febbraio. Il piano è "spegnere anche quest'anno tutti i dispositivi elettrici non indispensabili - prosegue la nota - invitando tutte le nostre strutture a fare altrettanto, è un modo per rilanciare la necessità di sostenere la sensibilità per i problemi ambientali, per sostenere la necessità di politiche adeguate e determinate nella direzione della sostenibilità economica e ambientale e condividere una battaglia per il futuro nostro e delle giovani generazioni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: