le notizie che fanno testo, dal 2010

Energethica: James Barber, il solare "ha il potenziale più alto"

James Barber l'inventore della "foglia artificiale" a Energethica 2011 (Lingotto Fiere di Torino) decanta l'enorme potere energetico sprigionato dal Sole (ogni ora e gratis) e che il "solare" è l'energia "con il potenziale più alto". Ma ci vuole ricerca e un governo che punti sulle energie rinnovabili.

Sta riscuotendo un grande successo a Torino la fiera "Energethica", mostra convegno dell'energia sostenibile dal 7 al 9 aprile 2011 al Lingotto che poi replicherà dal 22 al 24 settembre 2011 a Firenze in Fortezza da Basso. Dove l'energia si sposa all'etica non poteva che essere la "green economy" la protagonista assoluta. Difatti come si legge nella presentazione "Energethica vuole essere il punto di incontro di Ricerca, Amministrazioni e Aziende, che esponendo prodotti, progetti o soluzioni innovative e virtuose, entrano in contatto tra loro e con i visitatori, ovvero decision maker provenienti da aziende nazionali e internazionali e un pubblico specializzato, interessati ad approfondire le loro conoscenze e ad utilizzare materiali, tecnologie e tecniche in chiave sostenibile". La fiera mostra le novità di una "green economy" che incomincia a sostituire la vecchia economia "consumista" basata sulla distruzione dell'ambiente. Il risparmio e l'energia prodotta dalle fonti rinnovabili (solare, eolico, biomasse, geotermico, ecc.) è presenta in fiera a partire dai pannelli fotovoltaici di terza generazione per finire alle case "attive" che, tramite il risparmio energetico (grazie ai nuovi materiali e alla riscoperta di "vecchie soluzioni") producono più energia di quella che consumano. Ma ad Energethica ci sono anche i giocattoli ad energia solare, i kit che trasformano i motori diesel in "bifuel engine", montacarichi ed ascensori che funzionano con pochissima corrente, sistemi di climatizzazione eco compatibile, auto elettriche e molto altro. All'innaugurazione di Energethica 2011 era presente anche James Barber, pioniere della fotosintesi artificiale, presidente della International Society of Photosynthesis Research, che ha sottilineato l'importanza e la convenienza del "solare" visto che il Sole è, come ripete spesso, la "fonte energetica con il potenziale più alto, basterebbe catturare un'ora di Sole per e questa sarebbe sufficiente per l'intero fabbisogno di un anno del pianeta". Insomma altro che nucleare, il Sole è il futuro. Dice Barber ricordando i suoi esperimenti: "Se una foglia lo può fare noi possiamo farlo anche meglio" ma ricorda anche che è necessario "lo sforzo multidisciplinare degli scienziati e degli ingegneri di talento". Insomma quella "ricerca di base" che nel nostro Paese spesso non viene finanziata e che anche Carlo Rubbia, solo pochi giorni fa, indicava come "condicio sine qua non" per il futuro dell'Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: