le notizie che fanno testo, dal 2010

Sondaggio SWG Agorà: MoVimento 5 Stelle al 17,2%, uguale al PDL

L'ultimo sondaggio SWG condotto per Agorà vede il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo al 17,2%, esattamente uguale al PDL. Per il sondaggio SWG, a decretare il successo del M5S l'operazione "liste pulite".

Mentre i sondaggi politici elettorali ISPO di Renato Mannheimer e IPSOS di Nando Pagnoncelli danno il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo intorno al 12 per cento, ben diverse sono le intenzioni di voto raccolte dai sondaggisti SWG. L'ultimo sondaggio SWG (del 25 gennaio 2013) condotto per Agorà (Rai 3), infatti, vede il MoVimento 5 Stelle in netta ripresa, nonostante la poca presenza in televisione. Il sondaggio SWG per Agorà, condotto su un campione di 1.500 intervistati maggiorenni su 4.900 contatti complessivi e realizzato con tecnica mista CATI e online CAWI, fa infatti schizzare il MoVimento 5 Stelle al 17,2% esattamente come il Popolo della libertà guidato dal Silvio Berlusconi. Secondo il sondaggio SWG, infatti, anche il PDL sarebbe al 17,2%, quest'ultimo dato simile a quello registrato dall'IPSOS di Pagnongelli che quota infatti il partito di Berlusconi al 17,8%, mentre l'ISPO di Mannheimer lo dà tra il 18% e il 19% e Euromedia della Ghisleri ben oltre il 20%.

Il sondaggio SWG per Agorà vede quindi leggermente in ribasso il PD di Pier Luigi Bersani, a quota 29,4%, e in calo anche Scelta Civica con Monti per l'Italia al 7,5%, mentre gli ultimi sondaggi IPSOS e ISPO fanno oscillare il partito di Monti tra l'11% e il 13%. Per il sondaggio SWG, Rivoluzione Civile di Ingroia starebbe al 5,4%, la Lega Nord e 3L di Tremonti al 5,3%, Sinistra Ecologia e Libertà al 4,4%, l'UDC - Unione di Centro al 4,2%, Lista FARE di Oscar Giannino al 2%, Fratelli d'Italia di La Russa, Meloni e Crosetto all'1,5% mentre gli altri partiti di centrodestra (Grande Sud, MIR, Marra) arrivano tutti insieme all'1,5%. Fermo all'1,1% anche Futuro e Libertà di Fini e La Destra di Storace, mentre Lista Amnistia Giustizia Libertà di Pannella si ferma allo 0,9.

A decretare probabilmente il successo del M5S è il fatto che per ben il 36% degli intervistati del sondaggio SWG ritiene il movimento guidato da Beppe Grillo quello che abbia effettuato la migliore "operazione in termini di trasparenza ed estromissione di politici indagati o con procedimenti in corso e presentato le liste 'più pulite'". Ed infatti, tra il segmento degli indecisi e astenuti, che il sondaggio SWG stima al 35,2%, ben il 30% di questi ha risposto che sarebbe maggiormente invogliato a votare quei partiti che hanno presentato liste pulite, senza personaggi indagati o sospetti.

Leggi anche: Sondaggi politico elettorali Berlusconi: -5% da sinistra. Senato pari

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: