le notizie che fanno testo, dal 2010

Laziogate: Storace assolto "dopo sette anni di calvario"

Francesco Storace è stato assolto in appello dal Laziogate, lo scandalo che nel 2005 sconvolse la politica laziale e nazionale. "Questa vicenda mi costò la sconfitta in campagna elettorale regionale, perché esplose negli ultimi 10 giorni" commenta Storace dopo la sentenza di assoluzione.

Francesco Storace segretario de La Destra commenta l'assoluzione in appello dal cosiddetto Laziogate con un tweet "liberatorio": "Dopo sette anni di calvario, finisce in appello la vicenda Laziogate: assolto! Mi tolsero la regione e il ministero, non la dignità". La Corte d'Appello ha infatti assolto l'ex presidente della Regione Lazio perché il fatto non sussiste. Come riassume Il Giornale d'Italia , diretto dallo stesso Storace, "i giudici della I corte d'appello di Roma, presidente Eugenio Mauro, hanno dunque fatto cadere le accuse nei confronti Francesco Storace (che veniva da una condanna a 18 mesi), del suo ex portavoce Nicolò Accame, che in primo grado aveva avuto 2 anni. Con la formula del fatto che 'non sussiste' è stata emessa una sentenza di assoluzione che ribalta il giudizio del primo processo". Francesco Storace ha quindi dichiarato dopo la sentenza: "Finisce un calvario, questa vicenda mi costò la sconfitta in campagna elettorale regionale, perché esplose negli ultimi 10 giorni. E l'anno successivo mi costò le dimissioni da ministro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: