le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni comunali Roma 2013, Marino-Croppi: Comune è al default

Le elezioni comunali a Roma si avvicinano. La data è fissata per il 26 e 27 maggio 2013, ed i candidati cominciano a darsi battaglia. In conferenza stampa la "strana coppia" Ignazio Marino e Umberto Croppi, ex assessore alla Cultura della giunta Gianni Alemanno, avvertono: "Il Comune di Roma è sostanzialmente al default: a giugno potrebbero non esserci risorse per pagare i dipendenti comunali".

Umberto Croppi, ex assessore alla Cultura della giunta Alemanno, ha deciso di appoggiare la candidatura a sindaco di Ignazio Marino (PD). Qualcuno l'ha già definita la "strana coppia", ma Ignazio Marino sostiene che non corrono "per delle ideologie, ma per delle idealità" e cioè "fare di Roma una città che funziona, una città che accoglie, una città nella quale ognuno di noi, e tanti altri che vengono da fuori, possa dire: noi qui cresceremo i nostri bambini". In attesa di questo boom demografico nella città eterna, Ignazio Marino dovrà affrontare, se batterà Gianni Alemanno alle imminenti elezioni comunali di Roma del 26 e 27 maggio 2013, una grana denunciata proprio dal "compare" Umberto Croppi, che avverte: "Il Comune di Roma è sostanzialmente al default: a giugno potrebbero non esserci risorse per pagare i dipendenti comunali". Croppi spiega: "Il bilancio non è stato approvato. Non conosciamo i dati reali che restano un grande mistero; non a caso oltre a me sono saltati due assessori al bilancio". Ignazio Marino quindi precisa che il suo primo impegno sarà quello di comprendere bene "la situazione in cui si trova il Comune di Roma" per "rendere pubbliche informazioni ora difficili da reperire".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: