le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni comunali Roma 2013: Alemanno tenta il bis. Primarie PD e M5S

Le elezioni comunali per Roma sono fissate il 26 e 27 maggio 2013. Il PDL candida Gianni Alemanno, attuale sindaco di Roma, mentre PD e MoVimento 5 Stelle faranno le primarie.

Le elezioni comunali a Roma sono fissate per il 26 e 27 maggio 2013, ed il primo ad annunciare il proprio candidato per la corsa al Campidoglio è il Popolo della libertà. Angelino Alfano annuncia infatti che il candidato del PDL per elezioni comunali a Roma sarà Gianni Alemanno, sindaco della Capitale dal 2008. Gianni Alemanno tenta quindi il bis, ed in una nota si specifica che l'attuale sindaco "fin in dal luglio scorso ha richiesto l'indizione di elezioni primarie per la scelta del candidato del centrodestra al Campidoglio, ma da allora non è stata avanzata nessun'altra candidatura oltre la sua. Per questo - conclude Alfano - non ha alcun senso attendere ancora per tentare di indire delle primarie prive ormai di un autentico significato politico". Chi invece non vuole rinunciare alle primarie per Roma, è il PD e il MoVimento 5 Stelle. Le primarie del PD sono state fissate per il 7 aprile, quindi ad un mese e mezzo dalle elezioni comunali a Roma. Per concorrere alle primarie del PD occorrerà ai candidati essere supportati da almeno 1300 firme di iscritti, e finora in lizza ci sarebbero David Sassoli, Umberto Marroni, Paolo Gentiloni, Patrizia Prestipino e Alessandro Bianchi. Per SEL dovrebbero concorrere invece Luigi Nieri e Gemma Azuni di Sel. Mattia Di Tommaso correrebbe per il PSI. Candidato anche Sandro Medici, storico presidente del XX Municipio. Ancora in forse, invece, anche se probabile, la candidatura di Ignazio Marino alle primarie del PD in vista delle elezioni comunali a Roma. Le primarie del MoVimento 5 Stelle, invece, si dovrebbero tenere il 13 e 14 marzo, e a quanto sembra potranno votare gli stessi che hanno potuto partecipare alle parlamentarie di Camera e Senato. Sul blog Alemanno 2.0, il sindaco di Roma sembra aver già iniziato la campagna elettorale annunciando che l'amministrazione capitolina ha "deciso di sospendere il progetto dell'Ara Pacis" per utilizzare "i fondi previsti per i lavori, 1,8 milioni di euro" per finanziare "la manutenzione straordinaria di tre scuole di periferia: l'asilo nido 'Sagittario' per 850mila euro, la scuola elementare 'Verdi' di Casalotti per 450mila euro e la scuola 'Salvo D'Acquisto' di via Selinunte per 600mila euro". Sul blog Gianni Alemanno, sottolinea anche che "il finanziamento dei lavori di manutenzione di queste tre scuole era fermo a causa dei vincoli del patto di stabilità. Con questa operazione sarà finalmente possibile effettuare i lavori necessari. - aggiungendo - L'intollerabile pesantezza dei vincoli del patto di stabilità e della spending review imposti dal Governo ci impongono scelte drastiche per dare priorità assoluta alla manutenzione delle scuole dove studiano i nostri figli".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: