le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni Regionali 2014: vince partito astenuti. Renzi: problema secondario

Alle elezioni regionali 2014 vince il partito degli astenuti, anche se per Matteo Renzi è solo un "problema secondario" il fatto che circa il 60% dei cittadini non sia andato a votare in Emilia Romagna e Calabria. Intanto, la Lega Nord di Matteo Salvini "asfalta Forza Italia e Beppe Grillo".

Alle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria vince il partito dei non votanti, anche se per Matteo Renzi è solo un "problema secondario" il fatto che circa il 60% dei cittadini hanno preferito stare ben lontani dalle urne, probabilmente non sentendosi rappresentati da una politica che, a parte gli altisonanti proclami, non ha certo "svoltato" nella direzione giusta, quella che va dritto al nocciolo dei problemi e li risolve. Il popolo degli astenuti continua così ad aumentare, e il pericolo è che questa fetta di popolazione non riesca più a trovare uno sbocco "politico" al proprio malcontento, sentendosi non solo non rappresentato ma abbandonato. E il flusso dei non votanti, se continuerà ad ingrossarsi, prima o poi da qualche parte dovrà sfociare, e non è difficile pensare che allagherà molte piazze. In tutto questo, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi riassume il risultato elettorale al pari di quello di una partita di calcio, cinguettando: "2-0 netto. 4 regioni su 4 strappate alla destra. - e ancora - In Italia negli ultimi 8 mesi ci sono state 5 elezioni regionali, che il mio partito ha vinto 5 a 0". Sempre nelo stesso tweet, Renzi non può però non evidenziare anche che, in queste elezioni regionale 2014, la Lega Nord di Matteo Salvini "asfalta Forza Italia e Beppe Grillo", cioè il MoVimento 5 Stelle. E il leader del Carroccio già sogna: "Voglio arrivare al 51 percento degli elettori". Tanto, se continueranno ad aumentare i disaffezionati alla politica, per raggiungere tale risultato basteranno davvero una manciata di voti, il vero requiem della democrazia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: