le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni Emilia, Codacons: troppi astenuti, no insediamento consigli regionali

Il Codacons denuncia che la scarsa affluenza alle urne in Emilia Romagna, pari al 37,67%, potrebbe "invalidare il voto degli elettori ed impedire l'insediamento del consiglio regionale", avvertendo: "Ricorreremo alla Corte Costituzionale se saranno insediati consigli regionali che costano e non rappresentano nessuno".

Il Codacons denuncia quello che in molti avranno pensando scoprendo l'elevato dati degli astenuti registrato nelle elezioni regionali 2014, soprattutto in Emilia Romagna la cui affluenza alle urne si è fermata appena al 37,67%. In una nota il Codacons osserva infatti che "il record negativo di affluenza registrato alle ultime elezioni regionali in Emilia Romagna potrebbe invalidare il voto degli elettori ed impedire l’insediamento del consiglio regionale". L'associazione in difesa dei diritti dei consumatori spiega: "Riteniamo che la partecipazione alle ultime elezioni regionali sia insufficiente a creare il requisito della rappresentatività. La circostanza che vede poco più di un terzo degli aventi diritto essersi recato alle urne, potrebbe invalidare il risultato della chiamata elettorale. Ciò che è certo, infatti, è che gli abitanti dell'Emilia Romagna, indipendentemente dal candidato vincitore, non possono dirsi ad oggi rappresentati in Regione". Il presidente Carlo Rienzi quindi avverte: "Ricorreremo alla Corte Costituzionale se saranno insediati consigli regionali che costano e non rappresentano nessuno - perché - Verrebbe infatti stravolto il principio costituzionale della rappresentatività della comunità se si insediasse un organo espressione solo del 37 % dei cittadini".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: