le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni 2013 sondaggi elettorali: Berlusconi al 31%, M5S al 12,3%

Le elezioni 2013 si avvicinano, come la data del 24 e 25 gennaio, ed ecco gli ultimi sondaggi secondo l'ISPO di Renato Mannheimer e i dati Euromedia portati da Silvio Berlusconi a Porta a Porta, intervistato da Bruno Vespa.

Le elezioni politiche 2013 si avvicinano, come la data del 24 e 25 febbraio, e la corsa ai sondaggi non si arresta. Anche nel corso dell'intervento di Silvio Berlusconi a Porta a Porta, Renato Mannheimer ha reso noto i suoi ultimi sondaggi politico elettorali (fonte ISPO), o più semplicemente le intenzioni di voto, attualmente, dei cittadini. Il sondaggio di Mannheimer da quindi il PD al 32,2%, SEL al 4,4%, il PSI allo 0,9% e il Centro Democratico allo 0,5%. La coalizione del centrosinistra guidata da Pier Luigi Bersani, quindi, avrebbe un totale, per i sondaggi stilati da Mannheimer, del 38,0%.

Il sondaggio a Porta a Porta prosegue facendo vedere le intenzioni di voto dei partiti di centrodestra. Sul tabellone il PDL è salito al 17,5%, anche se Renato Mannheimer precisa che altri sondaggisti davano il PDL superiore al 18% e anche al 19,20%. Al riguardo, interviene anche Silvio Berlusconi che, stando ai suoi sondaggi, vede il PDL intorno al 20,5-21%. Mannheimer aggiunge che comunque "quello che va detto onestamente sul PDL è che è in una fase di crescita - specificando - Da quando Berlusconi va in televisione, il PDL è cresciuto esponenzialmente, visto che fino a poco tempo fa era fermo al 13%". Nei sondaggi, poi, si vede una "Lega Nord un pochino più compressa", spiega Mannheimer, commentando il dato del 4,4%. La Destra di Storace raggiunge l'1,7%, Fratelli d'Italia l'1,1% mentre sommati insieme tutti gli altri partiti più piccoli che entreranno nella coalizione di centrodestra (Grande Sud, MIR, Repubblicani, Intesa Popolare) raggiungono il 2 per cento. In totale, la coalizione guidata da Silvio Berlusconi, per i sondaggi Mannheimer, raggiunge il 26,7 per cento. Berlusconi specifica che invece, stando ai suoi sondaggi Euromedia, la coalizione arriverebbe al 30,7-31%.

I sondaggi elettorali proseguono evidenziando le intenzioni di voto della coalizione guidata da Mario Monti. Per l'ISPO (misurazione della Camera) Scelta Civica con Monti (che comprende Italia Futura di Montezemolo) raggiungerebbe il 9,8 per cento, l'UDC il 4,1 mentre FLI si fermerebbe all'1,2 per cento, per un totale del 15,1%. Silvio Berlusconi precisa invece che "con Euromedia il totale del centro faccia il 10,5%, con l'UDC al 4%, con Futuro e libertà di Fini all'1% e con Monti per l'Italia al 5,5%". "C'è poi una flessione forte di Beppe Grillo MoVimento 5 Stelle - continua Berlusconi - che è in discesa continuativa, arrivando al 12,3%". Mannheimer fa vedere che stando ai suoi sondaggi elettorali per le elezioni 2013 il MoVimento 5 Stelle sarebbe invece al 13,2%, evidenziando invece la buona partenza di Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia, che arriva al 4 per cento per i dati ISPO ma altri sondaggi lo danno anche superiore al 5 per cento, anche perché "comprende l'Italia de Valori di Antonio di Pietro", ricorda il sondaggista. Sotto l'1%, invece, gli altri partiti come la Lista Pannella Bonino e Fermare il Declino di Giannino. Scende invece il numero degli astenuti, segno che la campagna elettorale sta ravvivando gli animi, soprattutto degli elettori di centrodestra.
Gli astenuti, per Mannheimer, sono infatti intorno al 19 per cento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: