le notizie che fanno testo, dal 2010

Chi ha vinto le elezioni 2013 a Camera? Risultati Viminale e seggi

Chi ha vinto le elezioni 2013 alla Camera? Ecco i risultati definitivi del Viminale per la Camera, con relativi seggi assegnati. Vince il centrosinistra con uno scarto di 0,36% sul centrodestra. Ma chi ha vinto veramente le elezioni 2013 alla Camera è il M5S di Beppe Grillo, primo partito.

Chi ha vinto le elezioni 2013? Dopo una notte di balletti sui numeri, con ribaltamenti di posizioni a seconda delle varie proiezioni, ecco i risultati. Ha vinto le elezioni 2013 alla Camera, dati del Viminale, la coalizione di centrosinistra guidata da Pier Luigi Bersani con il 29,54% dei voti. Il PD, in forte calo rispetto ai sondaggi elettorali delle ultime settimane, si piazza infatti persino come secondo partito, con il 25,41% dei voti. Chi ha vinto veramente le elezioni 2013 alla Camera, infatti, è il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che conquista il 25,55% dei voti e ben 108 seggi a Montecitorio. Il centrosinistra, "forte" dell'alleanza con SEL di Nichi Vendola (3,20%), Centro Democratico (0,49) e SVP (0,43), e conquistando quindi il premio di maggioranza, alla Camera avrà quindi 340 seggi. Grande rimonta della coalizione del centrodestra guidata da Silvio Berlusconi, che perde alla Camera di appena 0,36 punti percentuali, raggiungendo quindi il 29,18%. Il PDL si piazza terzo partito alla Camera con il 21,56%, mentre tutta la coalizione, grazie al 4,08% della Lega Nord e all'1,95% di Fratelli d'Italia raggiunge quota 124. Chi di certo non ha vinto queste elezioni 2013 alla Camera è la coalizione guidata da Mario Monti, che riesce appena a superare la soglia di sbarramento con il 10,56% dei voti e aggiudicarsi 45 seggi. Scelta Civica con Monti per l'Italia prende l'8,30%, l'UDC l'1,78% e FLI appena lo 0,46%, senza seggi. Ciò vuol dire che il presidente uscente della Camera, Gianfranco Fini, non siederà in Parlamento. A conti fatti, qualcuno potrebbe dire che invece il voto dato a Rivoluzione Civile è stato alla fine davvero "inutile", visto che né Antonio Ingroia né la sua lista entra in Parlamento, arrivando appena al 2,24%. Niente da fare anche per Fare per fermare il declino di Oscar Giannino, che si ferma all'1,12%. Diversa la situazione al Senato, dove ha la maggioranza dei seggi va al centrodestra.

Leggi anche: Berlusconi: mai con Monti. Beppe Grillo mai con classe media?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: