le notizie che fanno testo, dal 2010

Comunali 2016: M5S al ballottaggio a Roma e Torino. Meloni doppia Marchini. A Milano testa a testa tra Sala e Parisi

Il MoVimento 5 Stelle va la ballottaggio a Roma e a Torino, rispettivamente con i candidati del centrosinistra Roberto Giachetti e Piero Fassino. A Roma Giorgia Meloni paga le divisioni del centrodestra visto che doppia letteralmente il risultato di Alfio Marchini. A Milano invece dove il centrodestra era unito c'è il testa a testa tra Giuseppe Sala (PD) e Stefano Parisi.

Il MoVimento 5 Stelle va la ballottaggio a Roma e a Torino, rispettivamente con i candidati del centrosinistra Roberto Giachetti e Piero Fassino. Un "risultato storico" come lo definisce Beppe Grillo commentando i risultati delle elezioni amministrative 2016 assicurando che il cammino del M5S "è lento ma inesorabile" visto che "a Bologna Max Bugani ha raddoppiato i voti delle precedenti elezioni comunali, a Milano con Gianluca Corrado il MoVimento 5 Stelle è passato dal 3% a circa il 10% e a Napoli con Matteo Brambilla dall'1 al 10%".

A Roma il centrodestra paga le divisioni. Nonostante i sondaggi, Giorgia Meloni sorretta dal suo partito, Fratelli d'Italia, e dalla lista della Lega Nord "Noi con Salvini" doppia Alfio Marchini scelto invece come candidato da Forza Italia. Se il centrodestra avesse trovato un candidato comune, come la Meloni, sarebbe quindi finito in ballottaggio con Virginia Raggi del MoVimento 5 Stelle. Contro la pentastellata invece ci sarà Roberto Giachetti che però ha conquistato solo il 24,80% dei consensi contro il 35,29% della Raggi.

A Torino invece è Piero Fassino in testa con il 41,83%, tallonato però dalla 5 Stelle Chiara Appendino con il 30,92%. A distanza (8,39%) segue Alberto Morano, e ancora una volta il candidato della Lega Nord e Fratelli d'Italia batte quello di Forza Italia, visto che Osvaldo Napoli si è fermato al 5,31%.

Vince invece al primo turno Massimo Zedda, candidato del centrosinistra a Cagliari e sindaco uscente supportato però anche da Sinistra ecologia e libertà e da una lunga lista di partiti locali. Al contrario a Napoli a primeggiare è Luigi De Magistris, candidato indipendente che conquista il 42,61% dei consensi e andrà al ballottaggio con il forzista Gianni Lettieri (24,07%). Male nella città partenopea infatti per il PD con la renziana Valeria Valente che si ferma al 21,21%.

A Bologna il sindaco uscente Virginio Merola si conferma in testa (39,46%) anche se perde diversi voti rispetto a 5 anni fa. Il candidato del centrosinistra infatti andrà al ballotaggio contro quello del centrodestra, Lucia Borgonzoni (22,27%). Come annunciava Beppe Grillo, a Bologna sono cresciuti gli elettori del M5S con Massimo Bugani che raggiunge il 16,59% delle preferenze.

Si annuncia invece battaglia tra centrosinistra e centrodestra a Milano. Il candidato del PD Giuseppe Sala è in testa ma solo con il 41,70% dei voti contro il 40,78% di Stefano Parisi, su cui si sono incanalati i voti di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia. La conferma che solo unito il centrodestra può vincere. Non male il risultato del pentastellato Gianluca Corrado che raggiunge quota 10,06%.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: