le notizie che fanno testo, dal 2010

Amazon: ebook superano i libri. Con Kindle l'editoria volta pagina?

Gli ebook per Amazon cominciano a sopraffare sugli odiati libri di cellulosa, così pesanti da spedire e soprattutto immutabili da remoto. Jeff Bezos canta vittoria con in mano il suo Kindle. Aspettando Guy Montag e il suo pentimento.

Gli ebook hanno superato i libri "di carta": questa è la notizia che si ripete spesso sulla rete, anche perché, a furia di ripeterla qualcuno spera che diventi realtà. Il vecchio incubo di Ray Bradbury descritto in Fahrenheit 451, con i roghi dei libri perché la gente si istruisca solo tramite la televisione è quasi realtà. Potrà mai un "libro elettronico" resistere alla tentazione di rimanere "solo scritto", senza una particina "multimediale" (quindi letto, istoriato, animato, schematizzato, insomma "televisivizzato") su un mini-schermo (che è già televisivo)? Ovviamente no. I "De Profundis" sulla carta, così immutabile e non "cancellabile da remoto" (come la stessa Amazon fece, paradossalmente, proprio con 1984 di George Orwell http://is.gd/0CbUwA) si sprecano ed è proprio Jeff Bezos, ciclicamente, ad officiarne qualcuno. Proprio il fondatore di Amazon in persona annuncia che sul suo celebre sito il rapporto tra libri "classici" e libri digitali è di 100 a 105. Significa che ogni 100 libri venduti "di carta" ci sono 105 ebook acquistati, leggibili su Kindle, l'ebook reader prodotto dalla stessa azienda. Non è certo la prima volta che Amazon tira fuori la vittoria degli ebook sugli "odiati" libri di cellulosa, e fu così anche lo scorso luglio (http://is.gd/Eoab3X) quando però il dato non era poi così schiacciante. Ma era forse necessario all'epoca rivendicare la sconfitta della carta visto che pochi giorni prima uno studio Nielsen metteva in dubbio l'avvento dei libri elettronici ("eBook: tra iPad e Kindle vince il libro di Gutenberg" http://is.gd/rA8bCU). Il sogno di Amazon e di tutti gli editori "cartacei" è chiaro, niente più carta, stampa, distribuzione, insomma viva gli ebook, viva gli utili. Ma i dubbi sono molti e molto probabilmente, se non ci sarà una sostituzione del medium cartaceo con una "carta elettronica" (leggi "ebook a colori grazie all'e-paper degli anni '70" http://is.gd/6rqJJv) i libri "di carta" conviveranno con quelli "digitali" (così come il treno convive con l'elicottero) anche per una questione di batterie. Comunque Jeff Bezos, CEO di Amazon si dimostra come sempre ottimista, entusiasta ed autocelebrativo, dichiarando: "Avevamo grandi speranze che questo sarebbe accaduto, ma non avremmo mai immaginato che sarebbe successo così velocemente. I libri cartacei sono in vendita sul sito da 15 anni, quelli per Kindle da meno di 4 anni". Segue un canto gregoriano, nello spirito del De Profundis cartaceo, naturalmente in mp3 e scaricato da iTunes.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Amazon# ebook# editori# George Orwell# iPad# iTunes# Kindle# libri