le notizie che fanno testo, dal 2010

Parigi, in cielo non UFO ma UAV: ancora avvistamenti di droni

I parigini non temono più l'arrivo degli UFO ma degli UAV (aeromobile a pilotaggio remoto). In Francia, soprattutto nello spazio aereo di Parigini, continuano infatti gli avvistamenti di droni, anche sopra "siti strategici".

Un tempo quando si alzavano gli occhi al cielo si sperava di vedere il passaggio di qualche UFO (Unidentified Flying Object). Da qualche tempo, invece, in Francia, non si fa che parlare di avvistamenti di UAV (Unmanned aerial vehicle), meglio noti come droni. Dal 5 ottobre 2014 sarebbero stati segnalati in Francia, la maggior parte nello spazio aereo strettamente controllato della capitale, oltre 60 droni. Ovviamente, non si tratta dei grossi droni militari ma di quei veivoli stile "elicotterino" dotati di telecamera (anche ad alta definizione) che si possono facilmente trovare in commercio nei negozi di elettronica. L'attenzione sui droni che sorvolano la Francia è iniziata alla fine del 2014, quando alcuni di questi hanno sorvolato ripetutamente (e in maniera indisturbata) le centrali nucleari francesi. Pochi giorni fa altri droni sono stati avvisati sopra diversi "siti strategici" come il Palazzo dell'Eliseo e l'Ambasciata degli Stati Uniti. Le Monde riferisce ora che le autorità francesi hanno ricevuto nella notte tra martedì 3 marzo e mercoledì 4 marzo segnalazioni per l'avvistamento, nei cieli di Parigi, di almeno 12 droni. La notte precedente, inoltre, alcuni droni erano stati segnalati sopra Place de la République. Gli ultimi avvistamenti sarebbero avvenuti attorno alla Torre Eiffel ma anche sopra le tre delle famose porte della vecchia Parigi: Vincennes, Charenton e Bagnolet. Le Parisien ha rivelato inoltre che un altro drone sarebbe stato visto sorvolare vicino il Palazzo di Versailles. Secondo il canale BFM-TV, la polizia francese avrebbe iniziato la caccia ad uno di questi droni, terminata però in mezzo al traffico. Il drone sarebbe stato poi recuperato (ma il condizionale è d'obbligo) da quattro uomini che sono poi sfrecciati via a bordo di una macchina nera. Finora, le autorità francesi non sono ancora riuscite a capire chi c'è dietro questi droni, e se la mano a telecomandarli è sempre la stessa. Attualmente, infatti, la polizia è riuscita solamente a fermare e multare tre giornalisti di Al-Jazeera che stavano facendo volare un drone nel parco di Bois de Boulogne, nella parte occidentale di Parigi. Dopo l'attentato alla redazione di Charlie Hebdo e il sequestro di alcuni clienti all'Hypercacher a Porte de Vincennes, tra i parigini sembra essere scattata una sorta di "psicosi" verso questi droni, il cui volo è vietato all'interno dei centri abitati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: