le notizie che fanno testo, dal 2010

Kim Jong-un lancia il suo drone: violato spazio aereo della Corea del Sud

Dopo aver fatto esplodere una bomba all'idrogeno o più presumibilmente una bomba a fissione potenziata, la Corea del Nord ha fatto sorvolare sopra la Corea del Sud un drone. Pyongyang dovrebbe possedere circa 300 droni, alcuni dei quali in grado di trasportare sia armi nucleari che biologiche.

Il sogno di Kim Jong-un potrebbe essere imitare il Dottor Stranamore: volare a bordo della sua bomba atomica e forse anche del suo drone, che non ammette equipaggio ma per il dittatore nordcoreano si può fare ovviamente un'eccezione se lui lo desidera. Dopo aver fatto esplodere una bomba all'idrogeno o più presumibilmente una bomba a fissione potenziata, la Corea del Nord ha infatti fatto sorvolare sopra la Corea del Sud un drone. Stando alle poche informazioni circolate, il drone di Pyongyang sarebbe entrato nello spazio aereo della Corea del Sud nel pomeriggio di mercoledì scorso, 13 gennaio. Subito dopo l'avvistamento del drone, Seul avrebbe quindi sparato colpi di avvertimento in direzione del confine nordcoreano. Nella giornata di domenica, invece, un bombardiere B-52 statunitense con capacità nucleare ha sorvolato la Osan Air Base, che dista appena 70 chilometri a sud del confine tra le due Coree.

Le incursioni dei droni della Corea del Nord hanno creato di conseguenza forti dubbi sul fatto che la Corea del Sud sia in grado di difendere il suo spazio aereo. La stessa Seul ipotizza che Pyongyang possegga circa 300 droni, alcuni dei quali in grado di effettuare attacchi kamikaze. Come riporta l'agenzia russa Sputnik, la Corea del Nord avrebbe acquisito i primi veicoli aerei senza equipaggio (UAV) dalla Cina, tra il 1988 e il 1990. Già nel 1993 Pyongyang sarebbe stato in grado di produrre un proprio modello di drone, il Panghyon ("Fender"), seguito dal Panghyon-2, rispettivamente basati sulla tecnologia cinese del Aisheng ASN 104 e 105. Nel 1994 invece la Corea del Nord avrebbe avuto accesso ad un drone di ricognizione di tecnologia siriana alimentato da un motore turbogetto. Il sospetto però è che Pyongyang abbia successivamente armato questo drone, in grado di trasportare sia armi nucleari che biologiche. Nel 2012 una fonte ha invece riferito all'agenzia Yonhap News che la Corea del Nord stava sviluppando un drone da bombardamento sulla base del modello americano MQM-107 Streaker, acquistato da un paese del Medio Oriente, che si ritiene essere la Siria o l'Egitto. Il drone è stato poi mostrato durante una parata militare della Corea del Nord quello stesso anno. Nel 2013 i droni nordocreani sono stati invece mostrati in televisione durante una esercitazione militare, e il progresso tecnologico di Pyongyang avrebbe persino portato alla creazione di "mini-UAV", tre dei quali schiantatisi in Corea del Sud nel 2014 mentre scattavano foto di installazioni strategiche del nemico.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: