le notizie che fanno testo, dal 2010

Drone X-37B torna dalla sua seconda missione segreta nello Spazio

Lo shuttle, senza pilota e segretissimo, X-37B è tornato dalla sua seconda missione, dopo 469 giorni in orbita. Il piano è classificato, ma l'X-37B rappresenta, a tutti gli effetti, un drone spaziale.

La navetta spaziale X-37B ha compiuto, senza troppo clamore come vuole la segretezza della missione, il suo giro nello Spazio di 469 giorni, atterrando il 17 giugno nella base spaziale militare di Vandenberg in California.
La navetta spaziale X-37B (una UAV - Unmanned air vehicle), era decollata da Cape Canaveral (Florida) il 5 marzo 2011 per quella che è stata la sua seconda missione spaziale, nota come Test di Orbital Vehicle-2 (OTV-2).
L'X-37B, senza pilota, è simile ad uno shuttle ma più piccolo, 8,8 metri di lunghezza per 4,5 metri di larghezza, e questo suo secondo viaggio rappresenza per il Pentagono un vero successo, visto è stato in orbita il doppio del tempo della missione OTV-1.
"E' il più nuovo e più avanzato veicolo spaziale in grado di andare e tornare dall'orbita" viene precisato in un comunicato dell'Usaf, l'aviazione militare a capo dell'operazione, ma il piano spaziale dell'X-37B rimane un mistero, visto che è stato classificato.
Quel che appare chiaro è che l'X-37B è, a tutti gli effetti, un vero e proprio drone spaziale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Cape Canaveral# drone# Florida# Pentagono# shuttle# Spazio