le notizie che fanno testo, dal 2010

ONU vuole depenalizzare tutte le droghe? L'annuncio forse all'Assemblea Generale di aprile

Depenalizzare le droghe, tutte le droghe, nel mondo. Sarebbe questa la nuova politica globale sulle droghe dell'UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime), organizzazione dell'ONU. Richard Branson teme che "almeno un governo" ritarderà l'annuncio, che però potrebbe arrivare nel corso dell'Assemblea Generale della Nazioni Unite che ad aprile 2016 si riunirà per il primo dibattito sulla droga in 18 anni.

Depenalizzare le droghe, tutte le droghe, nel mondo. Sarebbe questa l'idea che l'UNODC (United Nations Office on Drugs and Crime), organizzazione ONU, vorrebbe proporre nel corso della conferenza a Kuala Lumpur in programma la prossima domenica. A lanciare la notizia Richard Branson, membro della commissione globale sulla politica contro la droga, che sul suo blog pubblica il documento della UNODC sotto embargo. Branson si dice lieto di questo cambio di politica dell'ONU, ricordando che da anni si batte non solo per la depenalizzazione di tutte le droghe ma per far sì che l'uso personale sia trattato come un problema di salute e non come un crimine. Branson chiarisce quindi di aver pubblicato il documento per il timore di pressioni da parte di "almeno un governo", tali da far cambiare idea all'UNODC. Da parte sua, l'Ufficio delle Nazioni Unite dichiara che questo "foglio di briefing" in vista della conferenza in Malesia "non può essere letto come una dichiarazione della politica dell'UNODC". The Guardian cita fonti delle Nazioni Unite che hanno sottolineato come tale documento informativo non può segnare uno storico cambiamento nella politica delle Nazioni Unite perché non sarebbe stato annunciato in occasione di una conferenza di un'altra organizzazione. C'è chi ipotizza, quindi, che l'annuncio ufficiale potrebbe avvenire il prossimo aprile, quando l'Assemblea Generale della Nazioni Unite si riunirà per il primo dibattito sulla droga in 18 anni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: