le notizie che fanno testo, dal 2010

Messina: 2 chili di marijuana in casa, 31enne in arresto

"I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, nell'ambito dell'attività di prevenzione nel contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, nel corso della notte, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio un 31enne messinese, trovato in possesso di sostanza stupefacente pronta per essere immessa sul mercato locale", si divulga dai Carabinieri.

"I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, nell'ambito dell'attività di prevenzione nel contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, nel corso della notte, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio un 31enne messinese, trovato in possesso di sostanza stupefacente pronta per essere immessa sul mercato locale" si spiega in un comunicato dall'Arma.
La Benemerita osserva in ultimo nella nota: "In particolare, i Carabinieri del Radiomobile, unitamente a militari del Nucleo Cinofili Carabinieri di Nicolosi (CT), si sono recati presso l'abitazione del giovane, nel quartiere di Camaro San Paolo, per eseguire una perquisizione alla ricerca di eventuale sostanza stupefacente occultata. Durante la perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto: 2 chili di marijuana contenuta in 10 buste di cellophane, 75 grammi di hashish, un bilancino di precisione e 1.400 euro in contanti, verosimile provento di pregresse attività di spaccio. Nella circostanza, la droga è stata subito trovata grazie al fiuto del cane 'Auro', abilmente indirizzato dal suo conduttore, in dieci buste di cellophane trasparente ben occultate all'interno di un borsone di un armadio della stanza da letto del giovane. Stante la flagranza di reato, il 31enne messinese incensurato, è stato tratto in arresto. La droga, dopo essere stata repertata, sarà trasmessa ai laboratori del Ris Carabinieri di Messina per le analisi qualitative e quantitative. Il prevenuto dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione a Messina dove è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari a disposizione dell'autorità giudiziaria"

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: