le notizie che fanno testo, dal 2010

Livorno: sorpreso a spacciare eroina, in manette pusher tunisino

"I Carabinieri del Comando Provinciale di Livorno hanno arrestato per spaccio un 34enne pusher tunisino, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, iregolarmente presente in Italia e destinatario della misura dell' 'Obbligo di firma', è stato sorpreso ieri pomeriggio dai militari della Compagnia a cedere alcune dosi di eroina ad un 30enne di Livorno", si riferisce in una nota dai Carabinieri.

"I Carabinieri del Comando Provinciale di Livorno hanno arrestato per spaccio un 34enne pusher tunisino - si fa sapere in un comunicato dall'Arma -, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, iregolarmente presente in Italia e destinatario della misura dell' 'Obbligo di firma', è stato sorpreso ieri pomeriggio dai militari della Compagnia a cedere alcune dosi di eroina ad un 30enne di Livorno."
La Benemerita segnala in conclusione: "I fatti si sono svolti nei pressi di Piazza della Vittoria dove i Carabinieri, che da alcuni giorni tenevano d'occhio i movimenti del nordafricano, intorno alle 14,30 di ieri hanno deciso di intervenire. l'uomo è stato bloccato proprio mentre era intento a cedere la droga, che è stata poi interamente recuperata e sequestrata. L'acquirente è invece stato segnalato all'autorità prefettizia quale assuntore. A seguito di una successiva perquisizione a casa dell'uomo, di proprietà di un connazionale 39enne, anch'egli pregiudicato e nullafacente, i militari hanno rinvenuto materiale per il confezionamento dello stupefacente, una bilancina elettronica e 1.750 euro in contanti, tutti in banconote poi risultate false. In particolare, i soldi erano costituiti da 70 banconote da 20 euro e 7 banconote da 50 euro, tutte assolutamente contraffatte. A finire nei guai anche il connazionale dell'arrestato, denunciato a piede libero per lo stesso reato di 'Detenzione di banconote false'."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: