le notizie che fanno testo, dal 2010

Daspo per le discoteche per chi spaccia o consuma droga: FI preseta ddl

Renato Brunetta e Francesco Paolo Sisto di Forza Italia hanno presentato a Montecitorio una proposta di legge per introdurre il "daspo" per discoteche per chi spaccia o consuma droga all'interno o all'esterno dei locali da ballo.

Il presidente del gruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, e il presidente della Commissione Affari costituzionali, Francesco Paolo Sisto, hanno presentato a Montecitorio una proposta di legge per introdurre il "daspo" per discoteche, che andrebbe a colpire chi spaccia o consuma droga all’interno o all’esterno dei locali da ballo. Il divieto d’accesso alle discoteche per chi spaccia o consuma sostanze stupefacenti è già stato ribattezzato da Brunetta "Dadisc" e la sua applicazione sarebbe, per i promotori dell'iniziativa, "un chiaro messaggio di tolleranza zero verso chi contamina il divertimento dei più giovani". La proposta di legge prevederebbe la nomina, da parte del gestore del locale, di un responsabile della sicurezza (figura che sarebbe riconosciuta dall’ordinamento giuridico) col compito di prevenire, osservare e controllare il fenomeno dello spaccio e del consumo all’interno del locale e di collaborare con le forze di polizia segnalando i nomi dei contravventori. Se poi il questore accerterà la condotta illecita verrà applicato il "daspo" e una sanzione che potrà variare dai 3mila ai 10mila euro. Ovviamente, il daspo applicato alle discoteche si andrebbe ad aggiungere ad eventuali altre pene a seconda del reato condotto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: