le notizie che fanno testo, dal 2010

Lance Armstrong è fuori dalla storia del ciclismo. Non ha mai vinto

La carriera di Lance Armstrong è stata "azzerata" dall'USADA. Revocati praticamente tutti i titoli della carriera comprese le sette vittorie al Tour de France che lo avevano inscritto nella storia del ciclismo. Armstrong: "mi rifiuto di partecipare a un procedimento unilaterale".

Lance Armstrong è "fuori dalla storia" del ciclismo, perderà i sette titoli vinti al Tour de France e non potrà più correre nel circuito del ciclismo agonistico. La United States Anti-Doping Agency (USADA), l'agenzia antidoping statunitense, ha infatti deciso di bandire a vita Lance Armstrong per il fatto che il campione (o l'ex campione, almeno a livello formale, a questo punto) ha deciso di non ribattere più alle accuse di doping relative agli anni dei suoi trionfi, e cioè dal 1999 al 2005. Travis Tygart, direttore dell'USADA, appena appresa la notizia che Armstrong non avrebbe più lottato contro l'accusa di essere parte di un "sistema di doping" ha annunciato la revoca di tutti i titoli vinti dal ciclista texano. Lance Armstrong parla dal suo sito spiegando al mondo al sua situazione ed il perché rinuncia a difendersi: "E' ora di finirla. Arriva per ogni corridore il momento in cui dire 'quando è troppo è troppo'. Io ho dovutpo sentirmi dire che avrei barato e che ho sfuttato dei vantaggi illeciti nelle vittorie dei miei 7 Tour de France". E per quanto riguarda la fine della sua strategia difensiva Lance Armstrong spiega ai fan: "Se avessi pensato di poter portare le mie ragioni in un processo l'avrei fatto, ma mi rifiuto di partecipare ad un procedimento unilaterale". L'USADA accusava Armstrong di aver fatto parte dal 1998 al 2011 (anno del suo ritiro), insieme ad altri cinque ciclisti e tre medici e un preparatore, di un "sistema" che si reggeva sul appunto doping.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: