le notizie che fanno testo, dal 2010

Thomas Edison Google Doodle: le sue invenzioni

Thomas Edison avrebbe 164 anni e Google lo festeggia con un doodle. Edison ha molte luci (come quella della sua lampada a bulbo) e molte ombre, nascoste dalla storia mainstream. Anche Obama nel discorso sullo Stato dell'Unione di fine Gennaio ha citato Thomas Edison insieme a Google e Facebook.

Google per la seconda volta durante questa settimana cambia il suo logo tradizionale con un doodle, ovvero con un restyling temporaneo del suo tradizionale logotipo per celebrare un evento importante (ovviamente a giudizio esclusivo di Mountain View). Dopo Jules Verne arriva quasi un suo "esecutore materiale", il mitico Thomas Alva Edison nato a Milan (in Ohio, però) proprio l'11 febbraio del 1847. Google quindi con il suo doodle celebra il 164esimo anniversario della nascita di Thomas Edison. Questo geniale inventore ha senz'altro molte luci (è lui lo sviluppatore della "moderna" lampadina) e molte ombre, visto che fu il "primo inventore moderno", nel senso che capì il potere della produzione di massa, delle campagne pubblicitarie, e del "culto della persona" e dell'aggressività commerciale (a tutti i livelli), tanto che spesso Edison viene descritto come l'uomo che prima di tutto inventò se stesso.
Non a caso Thomas Edison è diventato un "mito americano" citato in continuazione (anche a sproposito) nei discorsi dei politici e dei "richiamatori di immagini". Non a caso ultimamente è stato anche protagonista del discorso di Barack Obama quando, nel tradizionale discorso dello "State of the Union" (Stato dell'Unione), ha emblematicamente definito gli USA "il Paese di Edison e dei fratelli Wright, di Google e di Facebook".
Ufficialmente le invenzioni di Edison sono innumerevoli (si parla di oltre mille brevetti, ecco una piccola lista qui in inglese tomedison.org/invent.html) ma rimarrà nell'immaginario collettivo per la lampada "a bulbo" (la vecchia lampadina a incandescenza a filo di tungsteno, quella senza mercurio, per intenderci), per il fonografo, per il cinetoscopio, per il dittafono, e per il suo metodo di lavoro empirico "ottimista" e caparbio che per "99 volte non aveva inventato la lampadina". Anche perché non la inventò mai, la migliorò soltanto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: