le notizie che fanno testo, dal 2010

Solstizio d'estate Superflat di Takashi Murakami: doodle degli Otaku

Oggi si celebra il solstizio d'estate, che annuncia l'arrivo appunto dell'estate, vera e propria fissazione per molti italiani e non solo. Forse per questo motivo Google affida il restyling del suo logo a Takashi Murakami, che ha creato un doodle in puro stile Superflat.

Oggi si celebra il solstizio d'estate, che annuncia l'arrivo ufficiale appunto dell'estate, anche se già da settimane ormai le spiagge sono prese d'assalto da tutti coloro che ancora di possono permettere qualche giorno di vacanza, nonostante la crisi mondiale, le agenzie di rating che tengono sotto osservazione l'Italia e una manovra di 40 miliardi di euro alle porte. Ma l'estate, che almeno in Italia è sinonimo di (lunghe) vacanze, è per molti una vera e propria fissazione, che si attende per tutto l'anno. Per questo motivo Google come mai prima d'ora sembra aver centrato in pieno quello spirito che il solstizio d'estate inaugura, affidando il restyling del suo logo a Takashi Murakami, il più influente rappresentante della cultura giapponese contemporanea, che ha creato un doodle in puro stile Superflat (super piatto). Takashi Murakami, pur conseguendo una laurea in pittura tradizionale Nihon-ga all'Università delle Arti di Tokyo, ben presto si è infatti lasciato conquistare dalla cultura di massa, ispirandosi dichiaratamente all'estetica Otaku, che secondo l'artista giapponese era stata per troppo tempo sottottovalutata e disprezzata, visto che rappresenterebbe il nuovo Giappone, "fissato" sempre per qualcosa (tranne che per Fukushima, potrebbe pensare qualcuno). Nel giapponese moderno un Otaku è infatti "un fan appassionato o ossessionato da un particolare tema, argomento o hobby", anche se "il termine viene usato anche per identificare la subcultura che in Giappone circonda manga, anime e videogiochi", come riassume Wikipedia. In realtà in Giappone il termine Otaku ha spesso una connotazione negativa, tanto che negli anni '90 il sociologo tedesco Volker Grassmuck ha descritto gli Otaku come dei "feticisti dell'informazione". La cultura degli Otaku, infatti, è strettamente legata al consumismo prodotto dai mass media, ed è stato proprio Takashi Murakami a far rivalutare l'importanza del fenomeno Otaku nella cultura giapponese, mescolando nelle sue opere sia la tradizione che il pop e l'Otaku (Poku). Nel 2007, per esempio, Takashi Murakami nell'allestimento della mostra al MOCA di Los Angeles, dal titolo eloquente "(C) Murakami (copyright Murakami)", ha riservato anche uno spazio per un negozio che vendeva appunto oggetti di consumo, come gadget, caramelle, giocattoli, peluche, skateboard, t-shirt, tappezzeria e naturalmente le celebri borse disegnate dall'artista per Louis Vuitton. Insomma, il doodle di Google che celebra il solstizio d'estate è una vera opera d'arte per il consumo di massa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: