le notizie che fanno testo, dal 2010

Maria Callas e Onassis: Medea, prima e dopo film Pasolini. Intervista Youtube

Oltre alla voce meravigliosa, quando si pensa a Maria Callas l'immaginario collettivo la associa inevitabilmente ad Aristotele Onassis, armatore greco che rubò il cuore della soprano italo-americana, ma di origine greca. Galeotta per Maria Callas e Onassis fu la Medea, prima e dopo il film di Pier Paolo Pasolini. Su Youtube, una intervista della Callas, dove rivela anche il suo peso (diminuito nella leggenda a causa della tenia).

Maria Callas nasceva 90 anni fa, ma il suo mito rimane intramontabile, come è dimostrato anche dalla scelta di Google di celebrarla attraverso un doodle. E senza tempo resta anche la storia d'amore tra Maria Callas ed Aristotele Onassis, iniziata e terminata tra gli scadali. Galeotta, per Maria Callas e Onassis, fu la Medea, poiché fu in occasione di una sua prima che l'armatore greco organizzò una cena in onore della soprano al Dorchester Hotel di Londra, nel giugno 1959. Appena un mese dopo, Onassis invitò Maria Callas e il marito Giovanni Battista Meneghini a trascorere le vacanze sul suo yacht Christina. Mentre Meneghini passò più tempo in cabina per il mal di mare che con la moglie, Maria Callas veniva intrattenuta da Aristotele Onassis, fino alla benedizione del patriarca Atenagora nel corso di uno scalo ad Istanbul (come dal libro Fuoco Greco. La storia di Maria Callas e Aristotele Onassis - di Nicholas Cage, Sperling Kupfer Editori, 2001), che sancì praticamente l'inizio del loro rapporto, terminato nel 1968. Onassis rifiutò infatti di regolarizzare l'unione con Maria Callas, mentre decise di sposare Jacqueline Kennedy, la vedova di John Fitzgerald Kennedy, presidente degli Stati Uniti d'America assassinato a Dallas. Maria Callas cadde in prede ad una depressione, ma riuscì a tornare alla ribaltà proprio grazie ad una nuova Medea, questa volta diretta però da Pier Paolo Pasolini. Su Youtube, una intervista di Maria Callas prima dell'inizio delle riprese del film di Pasolini, dove precisa che non avrebbe comunque rinunciato all'Opera. Al termine dell'intervista, il giornalista chiede a Maria Callas se può quindi farle una domanda indiscreta, e la soprano replica che non risponderà, probabilmente pensando che sarà centrata sulla fine della storia d'amore con Onassis. Il cronista, invece, chiede semplicemente alla Callas il suo peso, forse perché già girava la leggenda (non si sa quanto fondata) che la soprano anni prima perse nel giro di pochi mesi 41 chili poiché aveva ingerito una tenia, parassita che vive nell'intestino. Fatto sta che grazie al film Medea di Pasolini, Maria Callas riconquistò Onassis, che in realtà si era rifatto vivo subito dopo le nozze con Jacqueline Kennedy.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: